Quantcast
Politica

Politiche 2013. Tutto esaurito per Tosi al Ducale: “Noi vera espressione di cambiamento”

Genova. Bagno di folla per Flavio Tosi a Genova. Tutto esaurito in ogni ordine di posti, ieri sera, nella Sala Muzioniere di Palazzo Ducale, per l’incontro pubblico “La Lega della buona amministrazione”, organizzato dalla Lega Nord Liguria, cui hanno partecipato l’on. Sonia Viale, Segretario Nazionale Lega Nord Liguria e capolista alla Camera per la Lega Nord in Liguria, i candidati della Lega Nord alla Camera e al Senato e, in qualità di ospite speciale, il Sindaco di Verona e Segretario della Liga Veneta Flavio Tosi.

Davanti a una folta schiera di militanti e simpatizzanti, affiancata dai candidati delle liste Lega Nord in Liguria, il Segretario ligure Sonia Viale ha presentato i “10 Punti”, il decalogo del movimento che contiene le proposte per rilanciare la regione: 1. No IMU prima casa; 2. No al redditometro scritto da Monti; 3. Difendere l’industria tecnologica ligure; 4. Turismo prima industria ligure; 5. Autonomia portuale; 6. Liguria terra di piccoli comuni; 7. Favorire il lavoro delle imprese locali; 8. Lavoro ai giovani; 9. Più risorse alla sanità; 10. Lotta alla criminalità organizzata e all’immigrazione clandestina. Una lista di “vere e proprie emergenze per la nostra terra, che vanno affrontate perché la Liguria smetta una volta per tutte di essere una regione assistita ed entri a pieno titolo nella macroregione del Nord voluta dalla Lega Nord e dal segretario Roberto Maroni”.

“Prima il segretario della Lega Lombarda Matteo Salvini, ora il segretario della Liga Veneta Flavio Tosi: questa è la dimostrazione di quanto la Lega Nord tenga alla Liguria, e di quanto la consideri parte fondamentale e integrante della macroregione del Nord”, ha aggiunto Sonia Viale nell’introdurre il Sindaco di Verona.

“Il nostro movimento è una vera espressione di cambiamento”, ha dichiarato Tosi al pubblico ligure, “e queste elezioni, tanto in Lombardia quanto nel resto del Nord, sono un’occasione storica, per noi, per ottenere il federalismo che vogliamo, e l’unica chance per raggiungerlo è la macro regione del Nord, una confederazione di regioni che fanno gli interessi del territorio e trattengono il 75% delle risorse a casa loro senza mandarle a Roma”. Anche per il sindaco veneto la Liguria fa parte della macroregione del Nord, “al pari di Lombardia, Piemonte, Veneto: bisogna fare squadra contro gli sprechi, ridurre urgentemente la spesa pubblica e superare il patto di stabilità, che impedisce ai comuni e agli enti locali di effettuare opere necessarie per la cittadinanza”, ha dichiarato in una dura invettiva contro sprechi, burocrazia e pesantezza dell’apparato statale. Due interventi, quelli di Flavio Tosi e dell’on. Sonia Viale, più volte interrotti dagli applausi del pubblico.