Quantcast
Politica

Politiche 2013, Minzolini (Pdl): “Quando arrivi a Genova ti fai il segno della croce, amministratori inadeguati”

Liguria. “Quando arrivi a Genova ti fai il segno della croce”. Parole forti quelle pronunciate da Augusto Minzolini, candidato al Senato per il Pdl in Liguria, durante un incontro a Loano, a cui hanno preso parte quasi tutti gli esponenti locali del partito, tra cui il presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza e l’ex senatore Orsi.

“L’unica città in Italia che non ha un raccordo, una tangenziale e che deve utilizzare l’autostrada anche per gestire il traffico locale – ha proseguito Minzolini, sempre parlando di Genova – Questo mi sembra pura follia perché se arrivi a Genova devi farti il segno della croce”.

Per Minzolini il capoluogo ligure è una città senza vocazione. “Una città senza speranza, senza un progetto – ha continuato – Quello che a me è sempre piaciuto è la politica del fare, che a Genova non vedi. Nel ponente, invece, c’è un’idea che interpreta una vacazione del posto. Qui c’è una classe dirigente che lavora, mentre a Genova gli amministratori del Pd sono inadeguati, qualcosa di vecchio, che non reagisce alla crisi, ma gestisce il declino”.

Nella riunione di ieri tutte le asce di guerra all’interno del Pdl sono sembrate sepolte e persino Angelo Vaccarezza, uno dei politici che aveva criticato più aspramente la discesa in campo di Minzolini, ha dichiarato: “Durante la campagna elettorale è venuto molte volte nel ponente, dimostrando di tenerci e credo che per noi possa essere un buon referente”.

Il candidato al Senato non ha ancora deciso dove vivrà, ma come aveva già affermato in precedenza, ha confermato che sicuramente prenderà casa in Liguria.