Quantcast
Cronaca

Oregina, assalto al bus in via Vesuvio: intralcia il passaggio con la jeep e poi se la prende con l’autista

Genova. Una manovra azzardata nella stretta via Vesuvio, è degenerata in un assalto al bus 39 e all’autista, con conseguente blocco del traffico. E’ accaduto ieri pomeriggio nel quartiere collinare di Oregina: due fratelli genovesi di 40 e 43 anni, entrambi pregiudicati, con il fuoristrada su cui erano a bordo hanno incrociato il 39 in un restringimento di via Vesuvio. Bloccata la loro vettura, hanno preteso che il bus effettuasse una retromarcia per consentire loro il transito.

Vista l’impossibilità di effettuare la manovra, a causa del traffico intenso e delle dimensioni consistenti del mezzo, l’autista, una donna genovese di 31 anni, ha suggerito agli occupanti della jeep di effettuare pochi metri di retromarcia in modo da consentire il transito di entrambi i mezzi agevolmente. Per tutta risposta il conducente del fuoristrada è sceso e ha iniziato ad insultare pesantemente la donna, cercando di aprire la porta anteriore del bus e, non riuscendovi, ha iniziato a colpirla ripetutamente, danneggiandola.

L’autista ha contattato le forze dell’ordine e solo a quel punto l’uomo ha desistito allontanandosi in direzione di via Parco del Peralto. Gli agenti intervenuti, dopo aver ascoltato la donna, hanno rintracciato il fuoristrada in un’area di sosta del parco. Il conducente del veicolo è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio e danneggiamento aggravato.

Inoltre la jeep, una Range Rover, è stata sottoposta a sequestro, in quanto da accertamenti effettuati è risultata essere oggetto di sequestro per un’appropriazione indebita da parte della moglie del conducente.

Più informazioni