Quantcast
Cronaca

Omicidio di Brignole, fiori sul selciato: “Ciao uomo nero”

Genova.Gli inquirenti stanno appurando alcuni particolari dell’agghiacciante omicidio consumatosi questa notte alle 3 davanti alla Stazione Brignole.

L’uomo ucciso sarebbe un un marocchino di circa 40 anni, non aveva i documenti ed è stato identificato tramite le impronte digitali.

La lite sarebbe avvenuta per futili motivi anche se accertamenti sono ancora in corso. La salma è stata trasferita all’istituto di medicina legale del San Martino a disposizione del magistrato.

L’uomo è morto al pronto soccorso proprio per le sprangate che lo avrebbero massacrato. Trasportato in codice rosso al San Martino è deceduto nelle salette del pronto soccorso. I carabinieri sono intervenuti su segnalazione di alcuni passanti. La spranga di ferro trovata in mano ad un fermato era sporca di sangue, mentre l’altro aveva una ferita alla testa: è stato medicato al pronto soccorso del Galliera.

I due stranieri che hanno detto di lavorare come operai hanno 34 e 29 anni sono stati fermati per omicidio volontario in concorso.

Sul luogo dell’omicidio una mano pietosa ha già deposto un mazzo di fiori con un messaggio: “Ciao uomo nero sarai sempre con noi”.