Quantcast
Economia

Inps, in Liguria diminuisce l’organico e aumentano le pratiche

Genova. Si è svolta questa mattina a Genova, presso la sede della Direzione Regionale dell’INPS, una conferenza stampa indetta dal Comitato Regionale della Liguria per discutere di: “Inps e stato sociale”, per evidenziare l’enorme mole di lavoro che l’Istituto di previdenza sociale sta affrontando in questo lungo periodo di crisi e le difficoltà con cui ogni giorno deve fare i conti per portare a compimento la sua importante missione.

Sono stati forniti alcuni dati significativi rispetto alle attività svolte dall’Ente Previdenziale nella nostra Regione anche in relazione ad una crescente domanda e ad una diminuzione del personale. Un esempio: a Genova dal 2008 al 2013 la forza lavoro INPS è passata da 428 unità a 325 a fronte di preoccupanti aumenti dei dati relativi agli anni 2010-2011-2012 delle varie tipologie di cassa integrazione, disoccupazione e mobilità. Oltre a quanto sopra, l’Inps, segue le aziende, i lavoratori autonomi, invalidi civili.

“Dai vecchi standard di qualità e scadenzari ottimali di produzione, oggi assistiamo all’aumento delle tempistiche nell’erogazione delle prestazioni e alla colpevolizzazione, da parte dell’opinione pubblica, dei dipendenti e dell’Istituto”, è stato spiegato.

Presenti all’incontro: il Presidente Regionale del Comitato Inps, Giglio Landucci, il Vicepresidente, Antonio Ferrarini e i Presidenti delle quattro Province Liguri: Del Cielo, Caffarata, Battaglino, Berio.

Più informazioni