I Musei di Rapallo diventano gratuiti: iniziativa del Comune - Genova 24

I Musei di Rapallo diventano gratuiti: iniziativa del Comune

teatro clarisse rapallo

Rapallo. In un momento critico come questo, in cui si cerca continuamente di far quadrare i conti, il Comune di Rapallo ha deciso di andare controtendenza e rendere gratuiti i propri Musei. L’Amministrazione Comunale ha infatti deliberato l’iniziativa di accesso gratuito per un periodo di tre mesi (1 marzo – 31 maggio) al fine di promuovere la conoscenza dei Musei Civici e incuriosire gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Il libero accesso incoraggerà anche i più pigri e disinteressati a varcarne la soglia e garantirà a tutti quello speciale arricchimento interiore che nasce osservando un’opera d’arte da vicino. Nel contempo si è anche proceduto ad uniformare l’orario delle due strutture Museali prevedendo anche nel periodo invernale l’apertura domenicale del Museo del Merletto.

Questi i nuovi Orari con decorrenza 1 marzo: Museo Attilio e Cleofe Gaffoglio e Museo del Merletto, Orario invernale dal 1 settembre al 30 giugno, Lunedì chiuso, Martedì chiuso, Mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 18.00, Giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00, Venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.00, Sabato dalle ore 15.00 alle ore 18.00. Domenica e festivi dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Orario estivo dal 1 luglio al 31 agosto. Lunedì chiuso Mercoledì dalle ore 16.00 alle ore 19.00, Giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00, Venerdì dalle ore 16.00 alle ore 19.00, Sabato dalle ore 16.00 alle ore 19.00, Domenica e festivi dalle ore 17.00 alle ore 19.00. Con chiusura nelle seguenti festività: 1 gennaio – 1 maggio – 2 luglio (S.Patrono) – 25 dicembre.

E’ un invito generoso a visitare due musei tanto diversi e interessanti: al Museo “Attilio e Cleofe Gaffoglio” sono esposti pregevoli avori, smalti, porcellane, oreficerie, sculture, dipinti e mobili collezionati con passione dai coniugi Gaffoglio nell’arco di una vita e infine donati al Comune di Rapallo, mentre il Museo del Merletto (unico nella Regione) raccoglie centinaia di pizzi e disegni per realizzarli, a testimonianza della secolare lavorazione artigianale del merletto a fuselli tipica del Tigullio e tanto rinomata in tutta Europa fin dal tardo Rinascimento. Una sala è anche dedicata all’artista contemporaneo rapallese Luigi Giuffra.

In ciascun museo sono numerosi gli oggetti artistici che da soli meritano una visita: al Gaffoglio ci sono curiosi boccali di birra rinascimentali in avorio, ossi di cetaceo artisticamente incisi e un prezioso uovo smaltato creato dal famoso orafo Fabergé.

Al Museo del Merletto invece un’intera sala è occupata da un grande disegno autografo di Emanuele Luzzati interamente riprodotto con tantissimi merletti uniti tra loro come in un mosaico. E durante le esposizioni temporanee è possibile ammirare abiti e accessori di varie epoche.

Entrambi i musei offrono visite guidate per gruppi e studenti di ogni età su prenotazione (Tel 0185 63305); inoltre, è garantita l’assistenza a ricercatori e studiosi che vogliano consultare gli archivi o le opere non esposte.

Insomma, se prima occorreva essere curiosi e appassionati per visitare i Musei di Rapallo e le loro straordinarie collezioni, ora c’è un’opportunità in più per restarne affascinati.

Più informazioni