Quantcast
Politica

Depuratore Rapallo: non solo ricorsi al Tar, ma anche manifestazioni in piazza

Rapallo. Dopo anni di menefreghismo politico che ha causato il ritardo sulla realizzazione del depuratore di Rapallo si vorrebbe dare la colpa ai cittadini che giustamente e coscientemente si sono rivolti al Tribunale Amministrativo.

Forse coloro che dicono queste inesattezze non sono a conoscenza che la legge riconosce al cittadino il diritto di partecipare al procedimento amministrativo che lo riguarda, e di opporsi a scelte amministrative come queste, che vorrebbero un depuratore in una delle poche aree verdi di Rapallo.

Sappiano loro signori, che non saranno solo i Tribunali amministrativi a fare opposizione a tali scelte, ma lo saranno anche i cittadini qualora si decida di andare avanti comunque senza ascoltare gli abitanti.

Ci auguriamo quindi, per il bene di tutti, che attraverso il Tribunale si riesca ad ottenere l’annullamento o la revoca di quella scelta, di quella pessima delibera, non facendoci di certo intimidire dalle minacce delle sanzioni, rilanciando nuovamente alle altre forze politiche, sindacali e associazioni una manifestazione sulle pubbliche vie.

Andrea Carannante, Pcl Tigullio