Politica

Connessioni, la prima conferenza programmatica del Pd genovese. Lunardon: “Appuntamento ambizioso per un patto con la società civile”

connessioni pd conferenza programmatica

Genova. La prima conferenza programmatica del Pd di Genova arriva nel pieno della competizione elettorale. “Connessoni. Fare rete per essere competitivi” si terrà infatti sabato 9 e domenica 10 febbraio al Galata Museo del Mare.

“Abbiamo deciso – ha spiegato Giovanni Lunardon, segretario del Pd genovese – di fare una cosa audace e inusuale: tenere una conferenza programmatica ambiziosa nel suo progetto politico nel bel mezzo della campagna elettorale. Ci tenevamo a farla. Sarà di fatto per noi una delle iniziative più importanti in questo periodo”.

Non solo conferenza programmatica, però, ma anche un vero e proprio patto con la società civile. “La nostra intenzione – ha continuato Lunardon – è quella di riportare l’agenda politica sui temi concreti ed indicare le nostre priorità in vista delle elezioni. Il centrosinistra è impegnato a diventare maggioranza nel Paese, alla Camera e al Senato. Abbiamo liste molto forti in Liguria, in intere province liguri siamo gli unici che esprimono candidati che rappresentano il territorio e perciò avremo un a forte rappresentanza parlamentare”.

“Volevamo costruire – ha concluso il segretario – una conferenza programmatica che da un lato parlasse alla città, dall’altro impegnasse la nostra delegazione parlamentare su alcune cose concrete che riguardano i nostri territori.E’ una sorta di contratto sociale tra città e provincia, Partito Democratico e i nostri candidati”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.