Quantcast
Sport

Calcio, Lega Pro: “A Reggio Emilia, la peggiore Entella della stagione…”

Chiavari. A poche ore dalla sconfitta di Reggio Emilia, l’Entella come sempre fa sentire la sua voce accanto alla squadra. Il direttore generale Matteo Matteazzi rispondendo a poche domande fa il punto della situazione e nonostante la brutta prestazione contro i granata ricorda le qualità di un gruppo che resta comunque protagonista di un campionato fin qui positivo. Ecco la sua intervista, rilasciata al sito internet ufficiale del club chiavares.

Direttore Matteazzi, quella di Reggio era una copia sbiadita dell’Entella che aveva pareggiato a Trapani e battuto il Pavia?
“Sì, effettivamente è stata la peggior Entella di tutta la stagione; specie nel primo tempo abbiamo subito la Reggiana, che ha dimostrato di aver le idee più’ chiare e maggior convinzione rispetto a noi. Nel secondo tempo sembrava potessimo riaprire la partita ma le occasioni iniziali di Cori e Rosso sono sfumate di un soffio e anche i nostri tentativi di riaprire la gara si sono piano piano affievoliti”.

Qualche attenuante tuttavia c’era, dalle assenze importanti al modulo tutto sommato nuovo per la squadra?
“Le assenze erano importanti e numerose e ci hanno costretto ad interpretare un modulo, il 3/5/2, per la prima volta in assoluto in questa stagione. Non deve essere una giustificazione. Vista la situazione bisognava interpretare la gara con più determinazione, attenzione e umiltà. Dall’altra parte, nonostante la classifica deficitaria, la Reggiana schierava giocatori del calibro di Zanetti ed Alessi; ho visto una squadra in netta ripresa, solida e in salute che ha dimostrato ancora una volta il grande equilibrio di questo campionato”.

Forse l’ aspetto più preoccupante è stata la scarsa determinazione già vista in partite come contro Treviso e Portogruaro ma mai al Comunale di Chiavari?

È vero fuori casa manchiamo ancora di un po’ personalità. Nelle ultime gare in trasferta avevamo interpretato buone gare difensive con grande applicazione e determinazione; abbiamo commesso errori troppo gravi per poter aspirare ad uscire indenni dal Città del Tricolore. Il nostro futuro dipende anche dalla crescita e dalla consapevolezza delle nostre forze, lontano dalle mura amiche”.

Domenica il calendario propone una opportunità di riscatto immediato in una partita che sta portando anche molta attesa in città e tra i tifosi?

“Abbiamo immediatamente la possibilità di cancellare questa prestazione; il gruppo ha grande coesione e forza morale; siamo in grado di rialzarci subito. Il pubblico di Chiavari e’ pronto per una grande giornata di sport; domenica prossima contro il Lecce (ndr biglietti di tribuna già esauriti..) avremo bisogno di tutto il calore dei nostri tifosi”.