Quantcast
Cronaca

Borzoli, tavolo tecnico a Tursi. Gli abitanti: “Semaforo inutile e dannoso, chiediamo che i tir transitino solo da levante a ponente”

Genova. Tavolo tecnico questo pomeriggio a palazzo Tursi per discutere della situazione di Borzoli. Dopo il protocollo firmato per il trasferimento temporaneo della Derrick in zona aeroportuale, le polemiche sul transito dei tir, infatti, non si sono placate. Anzitutto gli abitanti di via Borzoli lamentano l’inutilità del semaforo installato: “Non serve a nulla, perché ferma anche le auto e non solo i tir e questo crea code lunghissime, con la conseguenza che i gas di scarico dei mezzi fermi rendono l’aria ancora più irrespirabile” dice Mauro Zelaschi del comitato per Borzoli.

“Inoltre ci risulta inspiegabile che il semaforo non venga disabilitato di notte, visto che il traffico dei tir tra le 23 e le 5 di mattina è vietato e lo stesso vale per la domenica”.

Ma le richieste che oggi una delegazione degli abitanti porterà all’amministrazione comunale sono anche altre: “Anzitutto chiederemo che i mezzi fino a 7.5 tonnellate che transitano da levante a ponente e portano lo smarino della galleria per il terzo valico siano obbligati a coprire i cassoni con i detriti con un telone, in modo che non si disperdano ulteriori polveri nell’aria” spiega Zelaschi. “Poi chiederemo che venga vietato il transito dei mezzi con portata superiore a 50 quintali da ponente a levante. In poche parole, chiediamo che i tir transitino in una direzione sola, in modo da evitare che si incrocino bloccando il traffico, come continua ad accadere”.

Un problema specifico riguarda l’uscita degli studenti dalla scuola: “L’ordinanza ha previsto che sia vietato il transito dei tir tra le 16 e le 17, in concomitanza con l’uscita degli alunni, ma il mercoledì gli studenti escono alle 15 e non alle 16, quindi in quel giorno l’orario deve essere cambiato”.

Infine, gli abitanti chiedono più controlli: “Ancora oggi gli autoarticolati, che non potrebbero passare, talvolta invece passano. Se ci sono i vigili fanno la sanzione certo, ma questo diventa una sorta di lasciapassare, mentre il divieto dovrebbe essere tassativo”.

Al tavolo di questo pomeriggio parteciperanno, tra gli altri, l’assessore ai trasporti Anna Maria Dagnino, il capo di Gabinetto Marco Speciale, il comandante delle polizia municipale Giacomo Tinella e alcuni tecnici del Comune, oltre ai rappresentanti dei municipi di Valpolcevera e Medio Ponente.