Quantcast

Appalti Liguria, Confartigianato firma il protocollo con la Regione: “Più trasparenza e accessibilità”

Liguria. “Grazie all’intesa firmata questa mattina, le imprese artigiane potranno avere un accesso più immediato alle informazioni che riguardano i contratti e quindi i bandi di gara con le pubbliche amministrazioni della Liguria”. Questo il commento di Paolo Figoli, presidente regionale di Confartigianato Costruzioni Liguria, a margine della firma al protocollo d’intesa sottoscritto in Regione Liguria in merito alla pubblicazione online di tutte le informazioni utili alle imprese che partecipino a bandi pubblicati da Regione, Asl, Province, Comuni e società partecipate.

“Questa iniziativa – dice Figoli – potrà essere utile anche alla promozione della Stazione unica appaltante, come strumento di trasparenza e di semplificazione al servizio delle imprese e delle stesse amministrazioni locali. Snellire la burocrazia e mettere in rete il maggior numero di informazioni possibile consente di incentivare le ‘buone pratiche’ nei rapporti tra aziende e Pa, garantendo una concorrenza sana tra le imprese e rendendo i grandi appalti alla portata delle realtà di piccole e piccolissime dimensioni, anche incentivandone l’aggregazione”.

Sul sito regionale “Appalti Liguria” le imprese avranno accesso diretto e veloce, attraverso un semplice click di mouse, a tutti i dati disponibili degli appalti indetti sul territorio regionale. “Inoltre – conclude Figoli – è previsto l’inserimento di un link per il collegamento anche al sito della nostra associazione che consentirà di fornire ulteriori aggiornamenti alle imprese sul tema dei contratti pubblici”.

Secondo gli ultimi dati Infocamere-Movimprese, nel 2012 in Liguria si contano 23.111 imprese artigiane attive nel settore delle costruzioni. Nel corso dell’anno hanno aperto 2.154 nuove realtà, mentre quelle cessate ammontano a 2.142, registrando una leggera crescita del settore dello 0,04%.

La maggioranza delle imprese (oltre 11 mila) sono attive in provincia di Genova, dove la crescita del comparto (l’unica in Liguria) è stata del 2,14% (1.057 nuove imprese contro 820 cessazioni). Negativo invece l’andamento a Imperia (-0,87%), che registra circa 4.476 imprese di costruzione sul territorio, mentre fa peggio Savona (oltre 5 mila imprese), che registra una decrescita del settore del 2,2%. Alla Spezia il calo del comparto, che raccoglie oltre 2.500 realtà, è stato del 2,9%.