Quantcast
Cronaca

Acquasola, slitta la discussione sulla “trattativa”. Crivello: “Nessuna volontà di sottrarsi”

Genova. “Non vogliamo rivincite nei confronti di nessuno, vogliamo solo tutelare un bene di tutti. Sappiamo però che in caso di mancati risarcimenti non ci saranno neppure i soldi per mettere a posto l’Acquasola”. Il comitato per la difesa del parco torna a puntare i riflettori sul destino dell’area alle spalle di piazza Corvetto, con una protesta simbolica a Tursi in concomitanza con il mancato inserimento, per la terza settimana consecutiva, dell’art 54 a firma 5 Stelle in cui si chiede conto alla Giunta di una presunta trattativa tra Tursi e Sistema Parcheggi, l’azienda che avrebbe dovuto costruire il park dell’Acquasola, poi stoppato dalla Cassazione.

“La nostra presenza impedisce di sottoscrivere accordi – spiega Andrea Agostini, portavoce comitato Acquasola – è la terza settimana che l’interrogazione non arriva in aula. Hanno paura, stanno cercando di mettersi d’accordo con l’azienda per salvare qualche persona con denuncia in corso, sulla testa dell’Acquasola”.

Il ragionamento dei difensori dell’Acquasola va dritto al punto: “se le persone saranno condannate, i milioni di euro chiesti dalla Corte dei Conti serviranno per mettere a posto il parco”, perché “se è vero che il parcheggio non lo faranno più è anche vero che il Comune non ha i soli per riqualificarlo”.

“Vogliamo che si vada in tribunale – ha sottolineato Agostini – per avere la condanna e i giusti risarcimenti di chi, per anni, ha continuato a dire, e con tanto di firma, che andava tutto bene, nonostante noi, invece, da subito, avessimo detto quello che poi la Cassazione ha deciso e per cui sono stati rinviati a giudizio”.

“Non c’è nessuna volontà di sottrarsi – ha commentato l’assessore Gianni Crivello – le risposte verranno date nel momento in cui arriverà l’art.54 in consiglio secondo le decisioni della presidenza”. Quanto all’ipotesi di un’accordo tra Tursi e azienda “credo si vogliano trovare condizioni per far uscire tutti nel migliore dei modi – ha detto Crivello – mantendendo e valorizzando la realtà dell’Acquasola ed evitando di creare difficoltà alla comunità”.

La mobilitazione del Comitato a difesa del parco proseguirà ad oltranza, martedì prossimo tornerà in Aula Rossa.