Quantcast
Cronaca

Terzo Valico, presidio dei No Tav ad Arquata Scrivia: manifestanti anche da Genova

Arquata Scrivia. E’ ripreso questa mattina intorno alle 7 il presidio No Tav per impedire alla trivella in via del Vapore, ad Arquata Scrivia, di effettuare il sondaggio geognostico necessario all’allargamento della strada tra la provinciale e la ferrovia, percorso per la viabilità alternativa per i mezzi del Cociv durante i lavori di costruzione del Terzo Valico.

Al presidio, iniziato già nel primo pomeriggio di ieri, quando l’attività della trivella è stata bloccata, partecipano anche manifestanti liguri e genovesi. Ieri i No Tav hanno contestato la regolarità dell’intervento. Sulla recinzione intorno alla trivella, infatti, erano esposti i documenti rilasciati dal Comune alla Geotec, in cui risulta che la ditta avrebbe potuto effettuare il sondaggio geognostico dal 10 al 19 dicembre, ma a causa del maltempo, come si legge su un altro documento affisso sempre alla recinzione, aveva chiesto di spostare l’intervento dal 7 al 16 gennaio.

Secondo i manifestanti, mancava una risposta del Comune, visto che il terreno è di sua proprietà, a quest’ultima richiesta. Secondo quanto riferito successivamente dai tecnici del Comune, invece, quest’ultimo avrebbe dovuto rispondere solo in caso di problematiche e impedimenti, quindi la situazione era regolare.

In ogni caso, però, i manifestanti sono riusciti a impedire il sondaggio della trivella e oggi è ripreso il presidio.