Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Saldi a Genova, dopo un inizio scoppiettante il primo rallentamento: da oggi il vero banco di prova

Genova. Dopo un sabato scoppiettante, la prima domenica di saldi fa registrare una flessione nelle vendite. Calo che rimane comunque nella norma, e poteva anche essere messo in conto.

Lo conferma Enrico Malvasi, presidente provinciale di Fismo Confesercenti: “Oggi c’è stato un rallentamento, dovuto soprattutto al fatto che diversi commercianti hanno deciso di tenere chiuso. Ma chi ha aperto, comunque, non lo ha fatto per niente e soprattutto nel pomeriggio ha lavorato”.

Sabato, invece, i saldi erano partiti con il piede giusto: “Le cose sono andate anche meglio di quanto ci potessimo aspettare, la gente è venuta e ha comprato. Acquisti mirati, certo, ma l’importante è che con i saldi sembra essere tornata la voglia di shopping”, era stato il primo bilancio del presidente di Fismo Genova.

L’attenzione, comunque, si sposta ora sui prossimi giorni. “I veri saldi iniziano domani, lunedì, con il ritorno dei genovesi dopo le ferie – prevede Malvasi -. Quest’anno tanti hanno aspettato i giorni successivi al Capodanno per regalarsi qualche giorno di ferie spendendo meno, e quindi molti in questo week end erano ancora fuori Genova”.

Spostando l’attenzione sui quartieri e la provincia, il trend si attesta su quelle che erano le previsioni della vigilia, con un bilancio più incoraggiante a Pontedecimo e, per quanto riguarda il Tigullio, Chiavari i cui negozi del centro, soprattutto ieri, avevano registrato il pienone.

Per quanto riguarda poi il centro storico, è in linea con le attese anche il bilancio di Bruna Ledda, titolare del negozio di abbigliamento Tween Door in piazzetta Chighizola e presidente dell’Associazione degli operatori economici di Via Luccoli dove, proprio nella giornata sabato, si è svolto il sorteggio della lotteria di Natale che metteva in palio una bicicletta elettrica. I fondi raccolti, superiori a 3mila euro, saranno devoluti ai piccoli ricoverati nel reparto di nefrologia dell’ospedale Gaslini.