Quantcast
Sport

Rugby, serie B1: prova di forza del Cus Genova, Sondrio cede 30-16

Genova. Il cuore, l’orgoglio, la determinazione, la freschezza atletica e la maggior classe dei ragazzi del Cus Genova (nelle foto www.fotoceschina.it), hanno avuto la meglio su un ottimo Sondrio, che si è presentato sul perfetto sintetico del Carlini, col serio intento di vendere cara la pelle.

In un altra gelida, ventosa e piovosa domenica di pieno inverno, il Cus Genova ripropone la stessa formazione che aveva battuto l’ASR nel turno precedente, con la sola variante del ritrovato Milo Manara al posto dell’infortunato Matteo Maccari (che va a fare compagnia, nell’affollata infermeria, ad Andrea Gerli, Mario Espasa, Pippo Carboni, Danilo Coppola, Giovanni Sibilla, Lele Michieli e i lungodegenti Marco Colloca e Andrea Omoboni), con il bravo Lorenzo Guggiari in panchina, dopo un anno di navigazione.

La cronaca di Roberto Cadeddu, team manager del club genovese. Solita partenza in salita per il Cus, che va sotto al 4′ per un piazzato. Bastano pochi minuti per passare in vantaggio con Gian Sandri, che realizza nonostante l’onesta segnalazione del giudice di linea genovese, ma l’arbitro Castagnoli, ben appostato, non vede il piede che forse sfiora la linea laterale. Al culmine di una buona fase a favore degli universitari, Pietro Gregorio va a schiacciare in mezzo ai pali dopo un’azione personale da “urlo”.

Da questo momento rientra prepotentemente in partita il XV valtellinese che esercita una pressione costante e mette in difficoltà la compagine cussina. Sugli sviluppi di un calcio di punizione che coglie in pieno il palo, si origina una situazione che porta gli avanti del Sondrio a violare la meta dei padroni di casa. Ancora una volta il vento da una mano al calciatore, con la palla che coglie ancora il palo, ma cade oltre la traversa. Si va al riposo con un giusto vantaggio, minimo, di due punti.

Nulla lascia presagire che la prima parte della ripresa sarà da infarto anche per chi non ha problemi di cuore! Infatti, nel giro di un paio di minuti, il Cus deve subire i cartellini gialli a Pippo Dell’Anno e Dimitri Tchapnga. Potrebbe essere la fine dei sogni di gloria, ma è proprio adesso che il cuore, l’orgoglio, la determinazione, la freschezza atletica e la maggior classe della Banda Tedone viene a galla! I 6 avanti del Cus combattono stoicamente contro gli 8 del Sondrio, riuscendo addirittura, con Daniele Pallaro pilone(!) a vincere due mischie chiuse.

Usciti dall’incubo, è tutta un’altra partita. Al 15′ l’allenatore genovese fa un’iniezione fondamentale di freschezza, operando 4 cambi contemporanei, da quel momento salgono in cattedra i funambolici trequarti biancorossi, che, con delle pregevoli azioni alla mano, portano in meta, in rapida successione, ancora Gian Sandri, poi lo sgusciante e imprendibile Gigi Garaventa. Andati oltre il breack di vantaggio, Capitan Francesco Cadeddu con suoi magnifici e valorosi Compagni di battaglia, amministrano a loro piacimento il gioco fino alla terza segnatura personale di Gian Sandri (protagonista assoluto del tabellino con 3 mete, 1 calcio, 1 trasformazione, oltre una palo e una traversa centrati a causa del vento) che fissa al 38′ del S.T. il risultato finale sul 30-16.

E’ cosi sportivamente vendicata con interessi, la sorprendente sconfitta della prima giornata.
Settima vittoria consecutiva e, quel che più conta, raggiungimento del secondo posto in classifica, complice la forzata sosta del Grande Milano a causa del maltempo. Il disbrigo della pratica Sondrio sia di buon viatico per la fondamentale trasferta di Biella di domenica prossima. Durante il terzo tempo, nella votazione per l’assegnazione del tradizionale chiodo, Ciccio Agrone ha la meglio nel ballottaggio su Tarzan Sotteri per decisione inappellabile dell’Allenatore e del Capitano.

Il CUS GENOVA ha schierato: BEDOCCHI,SERPICO,CADEDDU (cap),DORIA,DAPINO,SANDRI,GREGORIO,
PALLARO,MANARA,BERTIROTTI,DELL’ANNO,SOTTERI (v.cap.),TCHAPNGA,AGRONE,AVIGNONE.
In panchina: DATTI,RICCOBONO,MARSHALLSAY P.,GUGGIARI,GARAVENTA L.,PESCETTO P.,CAPALDO,
Allenatore: Rocco TEDONE

Marcatori:
P.T.
03′ c.p. SONDRIO (0-3)
10′ meta n.tr. SANDRI (5-3)
18′ meta GREGORIO tr. SANDRI (12-3)
35′ meta tr. SONDRIO (12-10)
S.T.
04′ c.p. SONDRIO (12-13)
18′ meta n.tr. SANDRI (17-13)
24′ meta n.tr. GARAVENTA L. (22-13)
30′ c.p. SANDRI (25-13)
36′ c.p. SONDRIO (25-16)
38′ meta n.tr. SANDRI (30-16)

Cartellino giallo:
S.T.
04′ DELL’ANNO
06′ TCHAPNGA
Sostituzioni:
S.T.
15′ DATTI x AGRONE
15′ GARAVENTA L. x SERPICO
15′ GUGGIARI x DELL’ANNO
15′ PESCETTO P. x BEDOCCHI
27′ RICCOBONO x AVIGNONE
27′ CAPALDO x DAPINO
37′ MARSHALLSAY P. x MANARA

Più informazioni