Quantcast
Sport

Rugby, orgoglio Cus Genova dopo la sconfitta di Biella

Genova. Biella batte Cus Genova, con il punteggio 16-13. Il direttore generale del Cus Genova Rugby, Gian Emilio Agrone, ha dichiarato: “C’e’ poco da dire, a parte che sono orgoglioso dei nostri ragazzi che hanno disputato una grande partita. Se ci fossero stati i punti, come a pugilato, avremmo vinto. Abbiamo avuto più’ possesso palla e di territorio, ma alla fine, questo dobbiamo dirlo, un grandissimo cuore biellese ha permesso loro di portarsi a casa la partita”

“Nel primo tempo abbiamo colpito una traversa su calcio piazzato di Gianluca Sandri e un pallone è sfuggito di mano a Giacomo Serpico su una giocata che era già meta scritta e forse ora sarei qui a raccontarvi un’altra storia” aggiunge Agrone. La cronaca degli ultimi minuti di gioco: cussini conducono di quattro punti dopo uno piazzato del giovane Paolo Pescetto. L’arbitro dice 41’30” e il Biella schiaccia con orgoglio in poco spazio e con un’azione insistita sulla nostra linea di meta realizza in mezzo ai pali, trasformazione e fine partita 16 a 13.

Rocco Tedone coach del Cus Genova Rugby: “Una partita persa sul campo a tempo scaduto è qualcosa che ti lascia il segno, ma quel 41′:30″ ci servirà in futuro. Orgoglioso di questi ragazzi che ieri hanno onorato il campo, la maglia e che in futuro certamente si potranno levare delle belle soddisfazioni”.

Il CUS GENOVA ha schierato: PESCETTO P., GARAVENTA L., CADEDDU (cap), DORIA, DAPINO, SANDRI, GREGORIO, PALLARO, MANARA, BERTIROTTI, DELL’ANNO, SOTTERI (v.cap.), TCHAPNGA, AGRONE, AVIGNONE. In panchina: DATTI, RICCOBONO, MARSHALLSAY P., GUGGIARI, SERPICO, BEDOCCHI, CAPALDO. Allenatore: Rocco TEDONE
Marcatori: Primo Tempo 12′ c.p. Biella (3-0), 28′ drop SANDRI (3-3), 35′ c.p. Biella (6-3). Secondo tempo: 18′ meta tr. SANDRI (6-10), 29′ c.p. Biella (9-10)’ 40′ c.p. PESCETTO P. (9-13), 2′ DI RECUPERO meta tr. Biella (16-13).

Più informazioni