Quantcast

Ronco Scrivia, la denuncia di Pellerano: “Investiti 3 milioni di euro e dopo 12 anni l’area di Isolabuona è ancora deserta”

Ronco Scrivia. “Tre milioni di euro stanziati e nessun posto di lavoro creato: questo è il desolante risultato dell’operazione di valorizzazione, mai avvenuta, dell’area di Isolabuona a Ronco Scrivia”.

Con queste parole Lorenzo Pellerano, consigliere regionale della Lista Biasotti, ha presentato un’interrogazione in Regione per avere chiarimenti sul destino della zona.

“Risultano – ha spiegato Pellerano – ancora abbandonati i 90 mila metri quadrati (60 mila di insediamento produttivo e 30 mila di parco fluviale) a Isolabuona, nel Comune di Ronco Scrivia, dove 12 anni fa è stato approvato il progetto per la creazione di un insediamento produttivo destinato a piccole e medie imprese. Negli anni sono stati investiti tre milioni per spianare il terreno, costruire un sottopasso autostradale e realizzare la viabilità interna, con tanto di strada che a oggi finisce in un prato. A fronte di questo investimento, non è stato ancora costruito neppure un muro in 60 mila metri quadrati di spazio destinato a nuovi insediamenti produttivi”.

“L’operazione – ha continuato – avrebbe dovuto creare ben 90 posti di lavoro, un vero toccasana per la Valle Scrivia, ma finora non ne è stato creato nemmeno uno e anzi, gli spazi risultano in grave degrado e tristemente abbandonati. Nonostante i miei ripetuti interventi in consiglio per portare alla luce questa situazione, la Regione non è ancora riuscita a sbloccare la situazione”.

“Confido ora – ha concluso – nella risposta dell’assessore Guccinelli, che ha confermato l’acquisizione, nel novembre scorso, di 10 mila metri quadrati da parte di un’impresa operante nel campo della logistica. Una buona notizia, ma restano comunque da assegnare ameno 50 mila metri quadrati di area”.