Quantcast
Cronaca

Residenze universitarie, inaugurata San Nicola: entro l’anno raddoppiati posti per studenti a Genova

Liguria. “I 120 posti della residenza aperta oggi, a cui si aggiungeranno quelli dell’ex caserma Garibaldi in salita Neve che aprirà entro il 2013, ci faranno raggiungere il numero di 1200 posti per gli studenti, il doppio di quanti erano nel 2005. Un raddoppio in sette anni e mezzo, risultato importante e utile per l’ateneo che inizia ad avere percentuali molto elevate di studenti fuori sede, anche stranieri. Un fattore positivo anche per una città con un alto tasso di anzianità come la nostra. Il programma continuerà con il recupero della residenza Firenze e Zurigo di via Gramsci, della casa dello studente di via Asiago e poi con gli interventi di Erzelli dove faremo le residenze, ovviamente se si farà l’università.”

Lo ha detto oggi il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando partecipando insieme con l’assessore regionale all’Istruzione e Università Pippo Rossetti e il direttore generale di Arssu Liguria Roberto Dasso, alla presentazione della residenza universitaria San Nicola dopo i lavori di ristrutturazione. Il recupero funzionale e il restauro conservativo dell’ex convento di San Nicola, costruito in salita della Madonnetta nel 1620 come convento degli Agostiniani, era iniziato a metà 2009.

L’intervento, costato complessivamente 5,5 milioni di euro, è stato cofinanziato da Regione Liguria con 2,5 milioni, dal Ministero dell’Istruzione con 2,7 milioni e da ARSSU Liguria con 260 mila euro. La residenza ha 120 posti letto suddivisi in 52 camere doppie e 16 camere singole, tutte dotate di bagno e accesso internet gratuito con copertura WiFi. Gli spazi comuni comprendono due sale studio, aula riunioni, biblioteca, sala video, sala musica, due spazi internet, una palestra con spogliatoio, una lavanderia/stireria, due parcheggi per biciclette, altri spazi di socializzazione, magazzini e depositi. Il progetto, dello studio dell’architetto Eraldo Como, ha rispettato le strutture originarie ed è stato mirato alla compatibilità ambientale, al recupero dell’esistente, alla flessibilità e accessibilità degli spazi, al contenimento e alla riduzione dei costi attraverso l’adozione di un impianto solare termico e fotovoltaico, che coprirà il 23% del fabbisogno energetico.

Con l’apertura della residenza San Nicola i posti letto a disposizione degli universitari gestiti da Arssu diventano 1062. A fine 2013 con l’apertura della casa dello studente Garibaldi in salita Neve saliranno a 1238. A fine dicembre 2012 sono state ammessi al finanziamento statale i tre progetti presentati da Arssu. Riguardano la ristrutturazione e l’ampliamento della residenza universitaria Firenze e Zurigo, già finanziato al 50% tra Miur e Arssu per un milione di euro, la ristrutturazione e l’ammodernamento della casa dello studente di via Asiago, a carico del Miur per 3 milioni di euro, e la realizzazione di una nuova casa per studenti a Erzelli, il cui costo stimato di 14, 2 milioni sarà cofinanziato al 50% tra Miur e Regione Liguria. Gli ultimi due progetti verranno realizzati dopo l’individuazione di nuovi fondi di cofinanziamento da parte del ministero.