Quantcast

Porto Antico, la festa continua: da Slow Fish alla vasca dei delfini, il calendario 2013 è ricco di novità

Genova.Se il 2012 è stato l’anno dei vent’anni, per il Porto Antico di Genova il calendario degli eventi 2013 preannuncia altri 365 giorni all’insegna di novità e divertimento per ogni gusto. Confermati i “capisaldi” della programmazione culturale genovese, come la Festa dello Sport (24 – 26 maggio) e la Mezza Maratona (21 aprile), l’incontro con mondi e culture diverse del Festival Suq (13 – 24 giugno) e l’appuntamento estivo con la musica dell’Arena del Mare.

Evento novità del 2013 è invece Slow Fish, la biennale organizzata da Slow Food sui temi del mare e dei suoi prodotti (9-12 maggio); tutt’altra atmosfera, invece, il 21 marzo, quando Intrecci Urbani, porterà i colori dell’arte e dello yarn bombing al Porto Antico con una vera esplosione di lana e filati.

Inoltre il 2013 sarà certamente ricordato per l’arrivo in area del Padiglione dei Cetacei, un’operazione fortemente voluta da Porto Antico di Genova Spa e che rappresenta l’investimento a carattere turistico-culturale più importante realizzato in questi anni a Genova. Si tratta di un’opera unica, un prototipo firmato dall’inconfondibile stile di Renzo Piano che si inserirà discretamente, nonostante gli oltre 90 metri di lunghezza e 30 di larghezza, nel centro dell’area tra il corpo originario dell’Acquario e la Nave Italia, quasi pronta a tornare “a casa” dopo il restauro in bacino di carenaggio!

Non va dimenticato “WOW! Genova Science Center” ai Magazzini del Cotone che ogni anno ospiterà tre mostre-evento interattive dedicate alla divulgazione scientifica e tecnologica (iniziamo con il “cervello”).

E’, infine, recentissima la notizia che in primavera si trasferirà in area, nella Palazzina San Giobatta, il Museo del Genoa con il Genoa Store.

Nonostante la difficile congiuntura, l’area del Porto Antico resta volano per la Genova turistica. Le presenze registrate durante il periodo delle festività natalizie sono confortanti: oltre 17.200 visitatori si sono recati all’Acquario (con un incremento del 7% rispetto allo stesso periodo nel 2011), 3.700 alla Città dei Bambini e dei Ragazzi, senza dimenticare il Museo Luzzati, Biblioteca De Amicis, Genoa Port Center, tutti centri di eccellenza che, nel 2012, hanno saputo conciliare un’offerta di alta qualità con eventi e iniziative con forti capacità di attrazione di pubblico.

“Il 2013 sarà un anno importante – spiega il direttore generale Alberto Cappato – sia dal punto di vista del ruolo che l’area del Porto Antico giocherà nell’attività di promozione turistica della Città, sia per il consolidamento delle attività economiche presenti in area.
Non si deve dimenticare che il Porto Antico è anche la sede di importanti attività d’impresa che hanno trovato nell’area una location di eccezione che certamente non lascia indifferenti clienti, ospiti e dipendenti. La qualità della vita è un fattore di attrazione sempre più importante anche per le attività economiche e l’area del Porto Antico deve fare della qualità la sua caratteristica distintiva”.