Quantcast

Ospedale del Ponente a Erzelli, Pellerano: “Il centro-sinistra genovese dopo otto anni torna alle stesse ipotesi”

Regione. “L’ospedale del Ponente agli Erzelli? È l’ennesima dimostrazione della mancanza di progettualità del centrosinistra in Liguria e a Genova”, è il commento del consigliere regionale Lorenzo Pellerano (Lista Biasotti) dopo la proposta lanciata questa mattina dal presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando.

“Sono otto anni che si parla di Ospedale del Ponente e di parco scientifico agli Erzelli. Regione e Comune cambiano sempre idea e spesso si fanno i dispetti a vicenda, verrebbe da dire. Risultato? Né ospedale né parco. Il progetto Leonardo per gli Erzelli è del 2004 e prevedeva, oltre a un grande parco verde, un campus dove università e impresa potessero lavorare insieme. A distanza di otto anni, il progetto di Renzo Piano è stato completamente snaturato. Sulla collina degli Erzelli si è iniziato a costruire senza una verifica sui soggetti interessati. E così a cantieri aperti arriva il no dell’Università e la Ericsson licenzia quasi 100 persone, nonostante i milioni pubblici ricevuti per il trasferimento agli Erzelli. Dopo le indiscrezioni di oggi non si capisce quale sia il disegno delle istituzioni locali. E perché si torna a parlare di Ospedale del Ponente proprio agli Erzelli? L’ospedale, tra l’altro, avrebbe problemi di accessibilità. Il centro-sinistra ha dimostrato sull’ospedale la solita incapacità di portare a termine decisioni strategiche”.

Quanto all’ospedale del Ponente “pensare che già nel 2004 era stata individuata l’area della Mira Lanza e la progettazione era avviata. Poi però la prima giunta Burlando aveva fatto marcia indietro ed era iniziata un’estenuante diatriba tra Regione e Comune di Genova – entrambi a guida Pd – sulla futura collocazione dell’ospedale, con le più svariate ipotesi: Colisa, Mira Lanza, Erzelli… Solo sei mesi fa, rispondendo a una mia interrogazione, lo stesso Montaldo aveva detto che occorreva procedere velocemente per fare l’ospedale a Cornigliano. Ora l’ennesima giravolta e il ritorno agli Erzelli: il destino di due opere fondamentali per il futuro di Genova torna a incrociarsi, anzi a ingarbugliarsi. Sono passati ormai otto anni dai primi disegni del progetto Leonardo e dell’Ospedale alla Mira Lanza. Sarebbe stato più semplice e logico portare a termine quei due progetti, con qualche modifica: sulla collina di Erzelli oggi avremmo un grande parco, un esempio di architettura all’avanguardia e un grande motore per rilanciare il lavoro in città. In Val Polcevera avremmo già inaugurato un nuovo ospedale, fondamentale per il sistema sanitario ligure. La realtà è tristemente diversa”.