Quantcast

Oscar Damiani a Ge24.it: “Il Genoa supererà ogni difficoltà”. Radiomercato dice Ortiz ed Enriquez

Genova. “Quelli che ho passato al Genoa restano gli anni più belli della mia carriera”. Lo dice Oscar Damiani, rossoblù dal 1976 al 1979. Per i tifosi resta Flipper: che coppia con Roberto Pruzzo. Ora fa il procuratore, per lui sono giorni di super lavoro. Eppure il tempo per buttare un occhio alle partite del Grifone lo trova sempre.

“La situazione attuale di classifica parla di una squadra in difficoltà – continua Damiani – tuttavia sono convinto che il Genoa riuscirà a riprendersi e di questo momento non resterà che un brutto ricordo. Dico questo perché conosco le qualità di mister Luigi Delneri e del direttore sportivo Rino Foschi”.

Una profezia ma anche un auspicio: “Sono rimasto molto legato ai colori rossoblù, le stagioni passate all’ombra della Lanterna non le ho mai dimenticate. Ero giovane e forte; per non parlare della tifoseria, pazzesca. Ci sono stati anche momenti delicati (c’è di mezzo anche una retrocessione, NdR) ma fa parte del gioco”.

E sui tifosi Damiani spende ancora qualche parola: “Il genoano è unico, chiede solo massimo impegno. Pretende di vedere i giocatori uscire dal campo con la maglietta sudata. Certo, mette delle pressioni ma è giusto che sia così. Chi indossa quella casacca deve dimostrare di avere la forza per reggerle e gestirle”.

Nessuna dichiarazione sulle trattative di mercato rossoblù. Ma qualcosa si muove. Il Milan sta sondano il terreno per arrivare a Mattia Perin e Juraj Kucka. Una chiacchierata informale tra Adriano Galliani e Rino Foschi. Una trattativa vera e propria non verrà intavolata prima di giugno.

Il Velez ha intanto riscattato Lucas Pratto che dice così definitivamente addio alla causa rossoblù. Tutto fatto, come per l’acquisto di Thomas Manfredini dall’Atalanta. “Il Genoa mi ha contattato dopo la partita contro l’Udinese e il giorno dopo ho informato l’Atalanta che tuttavia non mi ha dato alcuna risposta – dice il difensore all’Eco di Bergamo – proprio in quel momento ho avuto la netta sensazione di non essere più considerato importante per questa squadra”. È importante invece per Delneri che ne farà una delle colonne della retroguardia.

Delneri che si aspetta ancora qualche regalo dalla dirigenza. Sempre vivo l’interesse per Ezequiel Schelotto dell’Atalanta e per Daniele Portanova del Bologna. I nomi nuovi sono quelli del centrocampista paraguayano Richard Ortiz e del giovanissimo trequartista ecuadoriano José Francisco Cevallos Enriquez. Diciassette anni, detto il Panchito. È uno dei giocatori più promettenti del Campionato Sudamericano Under 20 in corso in Argentina.