Quantcast

La Sampdoria vuole fare lo sgambetto al suo passato: Rossi sfida Iachini

Genova. Delio Rossi è uno capace di insegnare calcio, ma se lo fa dall’inizio della preparazione. Questo era il refrain all’arrivo del mister che i tifosi blucerchiati tanto ammiravano anche quando era a Roma, sponda Lazio.

Il refrain. Questa volta, è risultato sbaglio. Si è preso la squadra sotto l’albero di Natale, nella sua prima conferenza stampa già scalpitava: “Fosse per me staremmo tutte le vacanze sul campo”.

Giorno dopo giorno, senza neanche gli innesti, il capolavoro di Torino e la bella prestazione contro il Milan. Con i consigli e i meccanismi imposti da Rossi il centrocampo di Obiang (il corteggiamento della Juve sembra farsi insistente), Poli e Krsticic si sta imponendo all’attenzione di tutti. E quanti rimpianti dalle parti della Pinetina per aver lasciato andare via così Poli.

Per Siena Rossi deve ancora rinunciare a Enzo Maresca e Juan Antonio (ma con quel centrocampo lì, chissà se troveranno mai il posto). Maxi Lopez, pur recuperato, non è convocato. L’attaccante blucerchiato, rientrato in gruppo da una settimana dopo due mesi di assenza dovuta all’intervento a un ginocchio, non ha ancora ritrovato le ‘gambe’. La rifinitura di oggi alla presenza di Edoardo Garrone, Rinaldo Sagramola e Carlo Osti, ha evidenziato un reparto offensivo ridotto al minimo, dopo il prestito di Pozzi.

Domani la sfida è con l’altrettanto apprezzato ex Beppe Iachini: l’uomo della rimonta e della serie A.

Rossi porta con sé: i portieri: Berni, Da Costa, Romero. I difensori: Berardi, Castellini, Costa, De Silvestri, Gastaldello, Mustafi, Poulsen, Rossini.

I centrocampisti: Krsticic, Munari, Obiang, Renan, Palombo, Poli, Soriano, Tissone. E gli attaccanti: Eder, Estigarribia, Icardi, Savic.

Maxi Lopez ancora out. L’argentino non é tra i convocati da Delio Rossi per la sfida col Siena di mister Iachini.  e l’indisponibilità di J.Antonio