Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Sampdoria blinda Maxi Lopez, il Vasco da Gama ci prova per Eder. In entrata fari puntati su Caceres

Bogliasco. Maxi Lopez non si muove da Genova. La Sampdoria ha deciso di non cedere l’attaccante argentino che tornerà a disposizione di mister Delio Rossi per la trasferta in casa del Torino del prossimo 2 febbraio. E proprio i granata si erano messi sulle tracce dell’ex Barcellona. Ricevuto il picche, il club piemontese continua a pressare i blucerchiati per strappare almeno il cartellino di Nicola Pozzi.

L’esplosione di Mauro Icardi sta facendo vacillare il direttore sportivo Carlo Osti che è al contempo alla ricerca di una seconda punta, di un vice Eder. Il nome più gettonato resta quello di Gianluca Sansone del Torino. Uno scambio (in prestito o a titolo definitivo, la trattativa procede) sembra in grado di poter accontentare tutti.

Nel valzer delle punte è finito anche Citadin Martins Eder. Il giocatore è diventato il sogno proibito del Vasco da Gama. Stima e apprezzamenti che hanno lusingato il 23 blucerchiato ma le possibilità che lasci la città della Lanterna in questa sessione di mercato sono prossime allo zero. Se ne riparlerà in estate, periodo nel quale si comincerà a discutere anche di un possibile prolungamento del contratto.

Con i bagagli già pronti restano Simon Poulsen (si parla di un prestito all’estero) e Renan Garcia (inseguito da Livorno e Spezia).

In entrata il nome nuovo è quello di Martin Caceres. Il difensore uruguaiano ha chiesto alla Juventus di essere ceduto. Gioca poco, pochissimo. Si è seduto in panchina anche domenica scorsa, nella partita persa dalla Vecchia Signora contro la squadra di Delio Rossi. Antonio Conte gli ha preferito il nuovo arrivato Peluso. La goccia che ha fatto traboccare il vaso. Il suo procuratore si è subito messo alla ricerca di una nuova squadra per il proprio assistito. La Sampdoria, a caccia di un difensore per puntellare la retroguardia, guarda con interesse all’evolversi della situazione.

L’uruguagio è giocatore di grandi qualità. Può giocare da centrale e da terzino. Non bastasse, vede anche la porta. Sarebbe un vero e proprio colpaccio. Osti ci proverà, non ci sarebbe acquisto migliore per accalappiarsi le simpatie della tifoseria blucerchiata ancora scossa dall’era Sensibile.