Quantcast

Il dialogo per battere la crisi: Comune di Genova e sindacati firmano il protocollo sulla concertazione

Genova. “Si tratta della rivisitazione di un protocollo sottoscritto dalla vecchia amministrazione e firmato con Cgil, Cisl e Uil. Lo abbiamo voluto rinnovare, mantenendo però lo spirito dell’accordo: discutere e condividere le soluzioni dei problemi. Una pubblica amministrazione non può procedere senza confrontarsi prima con le organizzazioni sindacali confederali”.

E’ soddisfatto il sindaco di Genova Marco Doria, durante la firma del protocollo di relazioni tra Comune di Genova e le organizzazioni sindacali confederali Cgil, Cisl e Uil.

“E’ molto importante – ha commentato Lella Trotta, segretaria confederale Uil per Genova e Liguria – improntare le relazioni alla concertazione: significa mettere in discussione tutto quello che accade in città e farlo con il sindacato. Ci possono essere posizioni diverse, ma l’importante è ripartire, perché Genova ha bisogno di farlo per ridare fiato ai lavoratori”.

“Noi pensiamo – ha continuato Cristina Balzano, della segreteria regionale Cisl – che questo accordo sia una grossa opportunità. Ci sono quattro tavoli che si apriranno su importanti argomenti che riguardano Genova e pensiamo che qualsiasi momento di confronto sia positivo. Starà a noi e all’amministrazione fare in modo che lo sia davvero”.

“Questo non significa poi – ha concluso il sindaco – che ci sia sempre identità di vedute, ma bisogna confrontarsi. Per difendere il sistema pubblico bisogna cambiare molto il suo funzionamento: se si pensa di difenderlo lasciandolo così com’è lo si perde e non c’è dinamica di mercato che lo possa sostituire”.