Quantcast
Economia

Giunta regionale, oltre 4.500 esodati in Liguria: prosegue la battaglia per i lavoratori

Liguria. “#openliguria #esodati da una prima stima Inps in Liguria sono 1750 i primi casi di cui si sta occupando”. Tweet della giunta regionale sul delicato tema degli esodati (i numerosi lavoratori espulsi dal mercato del lavoro ma che non hanno ancora diritto alla pensione dopo la riforma dell’età pensionabile), al centro della giunta regionale di questa mattina con gli interventi del presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e la relazione dell’assessore regionale Enrico Vesco.

“#openliguria #esodati In quattro giorni già 100 contatti fra numero verde 800 445 445 e email esodati@regione.liguria.it”, il secondo tweet della Regione Liguria, che ha ribadito la necessità di un accordo in attesa che arrivi il decreto attuativo che sciolga le ultime riserve sulla situazione di molti lavoratori liguri. “E’ una bomba sociale da disinnescare, in un contesto di crisi difficile e recessivo” ha detto Burlando. E da gennaio molti sono già rimasti senza stipendio o pensione. La Regione deve agire e capire, in primo luogo, il fenomeno e la sua incidenza sul territorio ligure”.

“Oltre ai 1.750 esodati calcolati dall’Inps bisogna aggiungere coloro i quali non rientrano nelle intese nazionali trattate dal governo, bensì in una dimensione locale: siamo a quota 2.830, quindi circa 4.500 persone che potrebbero non avere risposte fino al prossimo mese di marzo. Serve trovare una risposta chiara anche per quei lavoratori che hanno concluso il periodo di cassa integrazione e non possono andare in pensione, quindi privi di ogni forma di tutela” ha spiegato l’assessore Vesco. La Regione esaminerà con l’Inps caso per caso.