Quantcast
Cronaca

Genova, sequestrato statuto del Movimento sociale italiano

Genova. La Procura di Genova ha sequestrato lo statuto e atto fondativo del Movimento sociale italiano – Destra nazionale per sospetto falso dei timbri apposti al momento del deposito all’ufficio elettorale del Viminale. Lo statuto, che faceva parte degli atti di un procedimento penale a carico del fondatore del partito Gaetano Saya, e’ stato inviato al pm dal giudice.

La moglie di Saya, Maria Cannizzaro, che intende candidarsi alle prossime politiche come premier per il Movimento sociale italiano – Destra nazionale, ha chiesto oggi la restituzione della copia originale dello Statuto ma alla notizia che il pm aveva sequestrato l’atto ha depositato una denuncia querela contro il pm e il giudice. Non solo: Cannizzaro ha inveito contro il pubblico ministero nei corridoi della procura e per questo e’ stata identificata dalla polizia giudiziaria e denunciata dal magistrato per insulti, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

Gaetano Saya e’ il direttore e l’ideatore della cosiddetta ‘polizia parallela’ Dssa, il Dipartimento studi strategici antiterrorismo operativo dal 26 marzo 2004, nato con finalita’ di monitoraggio e contrasto al terrorismo. Per la creazione di questa struttura Saya era stato arrestato nel 2005 e poi rinviato a giudizio per il reato di abusiva comunicazione di notizie riservate di archivi informatici del Ministero dell’Interno.