Quantcast
Economia

Genova, Comitato portuale dice sì a Italiana Coke al Terminal Rinfuse. Merlo: “Buone prospettive di investimento”

Genova. Con il via libera di questa mattina si chiude un altro capitolo “spinoso” per il porto di Genova: il Comitato Portuale si è infatti espresso in maniera positiva all’ingresso nella concessione del terminal rinfuse di Italiana Coke.

Tutto avviene a distanza di un anno dai primi provvedimenti presi da Autorità Portuale, che aveva avviato le procedure di revoca della concessione, e degli interventi della magistratura che aveva sequestrato parte del Terminal perché non erano state rispettate le prescrizioni ambientali della Provincia di Genova.

“Abbiamo fatto si – ha sottolineato il Presidente di Autorità Portuale, Luigi Merlo – che si potesse avviare un processo che porterà all’investimento da parte dei privati di 12,7 milioni di euro per l’ambientalizzazione del terminal. Ci sono, quindi, prospettive di investimenti importanti per un attività che riteniamo fondamentale per lo scalo genovese”.

Spetterà al gruppo rilanciare un settore strategico per lo scalo genovese: “Si tratta di una garanzia importante sia per i dipendenti diretti – ha sottolineato Luigi Merlo – sia per i lavoratori della Compagnia Pietro Chiesa, che operano in quell’area. Ora ci concentreremo anche sulle aree adiacenti, come la Centrale Enel, per capire se esistono spazi per anticipare la dismissione di alcune aree che potrebbero essere messe a disposizione degli operatori portuali per potenziare l’offerta”.

“Si tratta di individuare quelle che non vengono più utilizzate per funzioni operative – ha concluso Luigi Merlo – e su questo apriremo, al più presto, un confronto”.