Quantcast

Genova: al via i bandi di concorso Cgil dedicati alle scuole medie e superiori

Genova. Sono due i bandi di concorso che quest’anno la Cgil genovese proporrà agli alunni delle scuole cittadine: il bando “tradizionale” giunto alla quarta edizione “Conoscere per essere Liberi, liberi per essere Uguali” rivolto alle scuole secondarie di primo grado e il nuovo concorso “Resistenza, Costituzione e diritti delle Donne” rivolto alle secondarie di secondo grado.

Nell’edizione dello scorso anno, il concorso dedicato ai temi della Resistenza rivolto agli alunni delle scuole medie ha coinvolto 537 studenti. Gli elaborati prodotti hanno toccato i temi proposti dal bando ossia la Resistenza, la Carta Costituzionale, il diritto al lavoro, all’uguaglianza, la donna lavoratrice, il valore dell’Unità Europea. Alle dieci scuole vincitrici è stato consegnato un premio consistente in 500 euro per l’acquisto di materiale didattico “Ripeteremo l’esperienza vincente degli scorsi anni mettendo a disposizione dei ragazzi, in qualità di testimoni, i nostri volontari del sindacato pensionati, dell’ANPI e dell’Auser che parteciperanno ad incontri specifici – sottolinea Patrizia Bellotto Segretaria Confederale Camera del Lavoro – Con questa iniziativa la CGIL di Genova continua la positiva esperienza intrapresa nel 2009 e proseguita sino ad oggi, dedicando spazi alla scuola, in particolare a quella pubblica, per individuare percorsi che la riconducano a posizioni di centralità sociale e culturale, all’interno del territorio”.

La novità di quest’anno è rappresentata da un secondo bando dedicato in via sperimentale alle scuole superiori. I partecipanti dovranno approfondire le tematiche legate alla Resistenza ed ai valori ad essa collegati, della Carta Costituzionale e dei diritti delle donne, attraverso lo studio e l’elaborazione di un testo teatrale. L’obiettivo è infatti quello di approntare un testo che possa essere rappresentato presso uno dei teatri cittadini. Il referente del progetto Cristiana Ricci dell’Ufficio Formazione Cgil spiega le finalità del progetto “La scelta degli argomenti nasce dalla volontà di contribuire a mantenere vivi i valori della Resistenza, anche attraverso dirette testimonianze – e aggiunge – ci proponiamo di riservare particolare spazio alle protagoniste partigiane della Resistenza, per meglio evidenziare il punto di partenza di molte conquiste ottenute anche negli anni successivi dalle donen”. Oltre ad insegnanti ed esperti, il progetto si avvarrà della collaborazione di Sandro Baldacci (Teatro Stabile di Genova) e di Massimo Bisca Presidente ANPI Genova.

I due bandi sono stati realizzati grazie alla collaborazione e al contributo di Cgil Valbisagno e Val Polcevera, SPI e FLC Cgil, Ufficio Formazione Cgil, Anpi, Auser e Proteo Fare Sapere Liguria, Teatro Stabile di Genova e sono disponibili al sito www.liguria.cgil.it/genova