Quantcast

Depuratore alla foce dell’Entella: botta e risposta tra sindaco Levaggi e assessore Briano

Chiavari. Scintille tra il sindaco di Chiavari, Roberto Levaggi e l’assessore regionale all’ambiente Renata Briano sul depuratore comprensoriale ipoteticamente previsto in una nuova colmata a Lavagna, oggetto di un piccolo botta e risposta a distanza tra i due amministratori.

“Non ho certo intenzione, come taluni hanno affermato, di indicare agli altri Comuni cosa devono o non devono fare. La mia opinione, tuttavia, resta quella per cui bisogna interrogarsi approfonditamente prima di pensare di far fare del turismo fino alla foce dell’Entella ai liquami dalla Val Petronio”, ha fatto sapere Levaggi in una nota.

“Ricordo benissimo di aver votato il Piano di tutela delle acque del 2003 quando ero Assessore Regionale e proprio perché l’ho studiato, ricordo ad altri che è un documento attraverso il quale si danno solo delle linee di pianificazione di massima”. Ovvero: l’indicazione di massima era quella di fare un depuratore comprensoriale per Lavagna, sprovvista dell’impianto, ed alcuni Comuni del suo immediato entroterra, ma senza prevedere una specifica posizione.

Levaggi ha quindi riproposto la posizione espressa durante l’incontro pubblico di lunedì scorso nel quartiere di Ri Basso. “Non mi sembra adatto un luogo dal forte impatto ambientale come la foce dell’Entella. Tale area, tra l’altro, oltre al costo elevato per la sua realizzazione, si troverebbe in presenza di due porti turistici importanti come quelli di Chiavari e Lavagna. A mio avviso si dovrebbe trovare l’intesa per realizzarlo altrove”. E infine: “non è pensabile realizzare un’opera così fortemente impattante per l’ambiente, senza consultare un Comune confinante, per di più con in gioco la stabilità di un fiume di tale portata, da cui viene prelevata ogni anno acqua potabile di altissima qualità che soddisfa i bisogni del territorio”.

La Regione nelle ultime settimane sta facendo il punto sui depuratori di territorio in territorio. Ieri la Briano era a Santa Margherita e a Lavagna, a breve sarà a Rapallo. “Non ho capito cosa vuole Levaggi – ha replicato l’assessore regionale – il punto è che dobbiamo realizzare un depuratore comprensoriale, se la sua idea è di fare un depuratore per ogni comune non va bene, se invece da parte sua c’è l’intenzione a mettere sul piatto altri siti sul territorio noi siamo disponibile all’analisi. Dal comune di Lavagna abbiamo avuto disponibilità, e non era cosa facile per la raccolta anche delle acque di Sestri Levante e parte della Fontanabuona, questo il punto fermo da cui siamo partiti”.