Quantcast

Cagliari-Genoa: le nostre pagelle

Al Genoa non basta il gol di Pisano per portare a casa la pelle. Sau e Conti ribaltano il risultato, è il Cagliari a far propria la posta.

Frey 5,5: Sau e Conti se ne fanno beffa ma le colpe sono da ricercare altrove. Difesa e centrocampo non lo aiutano di certo a mantenere inviolata la porta. Più sicuro del solito nelle uscite alte. Tramortito.

Pisano 6,5: all’impegno e alla grande attenzione tattica già apprezzate contro il Bologna, a Cagliari aggiunge il gol. Di testa. Peccato che non serva a nulla. Goleador.

Granqvist 6: un primo tempo senza correre rischi, arginando tutto quello che si può arginare. Quando il Genoa perde palla a centrocampo, Sau (in fuorigioco) gli scappa. Beffato.

Manfredini 5,5: Delneri lo butta nella mischia nonostante sia arrivato da soli pochi giorni. Comincia bene, nella ripresa cala come il resto della squadra. Non riesce a bloccare Conti in occasione del vantaggio cagliaritano. Novità.

Moretti 6: con un cliente come Ibarbo ci sono da sudare sette maglie. Fa guardia sul colombiano ma per le sortite offensive c’è ben poco spazio. Legato.

Rossi 6: partita pulita. Il capitano corre per 45’, si da un gran da fare nell’aiutare i compagni della retroguardia. Quello di Cagliari non è il campo migliore per un giocatore ancora a caccia della miglior condizione. Ordinato. Dal 1’st Piscitella 4,5: nei 45’ a disposizione, l’ex romanista combina poco o nulla. Non incide. Rimandato.

Kucka 5,5: al 47’ della ripresa ha sulla testa il pallone del pareggio ma la sua capocciata sbatte sulla traversa. Un buon primo tempo, nella ripresa il centrocampo del Cagliari fa il bello e cattivo tempo. Giornataccia.

Matuzalem 5,5: un passo indietro rispetto alla prestazione della scorsa domenica di campionato. Non si riesce a fargliene un colpa. Tolto Genoa-Bologna non scendeva in campo dall’aprile del 2012. Scarico. Dal 12’st Seymour 4: entra lui e il Cagliari guadagna metri. Colpa del Genoa tutto che arretra il proprio baricentro. Il raddoppio del Cagliari gli annebbia il cervello. Stende da dietro Ibarbo, rosso diretto. Furia.

Antonelli 5,5: a un buon primo tempo segue una ripresa di grande difficoltà. Trovato il vantaggio il Genoa sparisce dal campo, lui non è da meno. Due facce.

Bertolacci 6: nei panni della spalla di Borriello si disimpegna bene. Aiuta il centrocampo, si getta in avanti ogni volta che gli viene concesso qualche metro. Cerca anche il gol dalla distanza ma non è giornata. Suo il corner che vale il momentaneo vantaggio di Pisano. Jolly. Dal 27’st Floro Flores sv: tocca un paio di palloni, nulla di più. Spettatore.

Borriello 6: fa reparto da solo. Di giornata in giornata la condizione fisica migliora. Ci prova su punizione, cerca di far rifiatare la squadra quando questa arretra pericolosamente. Fa quello che può, non basta per tornare a casa con un punto. Abbandonato.