Quantcast
Cronaca

Bologna, violentata cinquantunenne genovese: arrestato romeno che le aveva offerto ospitalità

Genova. Una donna genovese di 51 anni è stata violentata questa notte a Bologna. Lo stupratore sarebbe un cittadino romeno di 51 anni, che avrebbe offerto ospitalità alla donna nella sua tenda in una campo rom in cambio di un compenso, ma poi l’avrebbe picchiata, violentata e rapinata.

I carabinieri della compagnia di Borgo Panigale, alla periferia di Bologna, sulla base di quanto riferito dalla donna, lo hanno rintracciato, trovandolo che dormiva nella tenda, dove c’erano ancora abiti strappati e sporchi di sangue, gli oggetti rubati e il denaro. La donna e’ stata medicata all’ospedale Maggiore, sottoposta al protocollo per le violenze, e dimessa con dieci giorni di prognosi per i traumi.

Ha spiegato che si trovava nel capoluogo emiliano per incontrare amici e che, in un bar in zona Borgo Panigale, periferia, aveva chiesto informazioni per una sistemazione. Il romeno allora l’ha avvicinata, dicendole che poteva ospitarla in casa propria, in cambio di un compenso. Lei ha accettato e cosi’, a piedi, i due hanno raggiunto un insediamento abusivo nelle vicinanze.

L’uomo, arrivati li’, le ha detto che poteva stare in una tenda. Lei ha acconsentito, anche perche’ – ha detto ai militari – nevicava e non aveva altro alloggio. Con la condizione di restare sola. L’uomo si e’ allontanato, ma poco dopo e’ tornato pretendendo un rapporto sessuale. Lei ha negato e urlato. Ma lui l’ha colpita con pugni al volto e violentata due volte. Quando si e’ addormentato, lei e’ riuscita a sgattaiolare via e, piena di lividi, infreddolita e sotto choc, e’ stata soccorsa da una donna su un’auto di passaggio

Più informazioni