Quantcast
Sport

Basket, serie A3 femminile: inizia il girone di ritorno, per Wideurope Nba Zena ostacolo Costa Masnaga

Genova. Dopo la lunga sosta per le festività riprende il campionato di Serie A3, e la ripresa coincide con la prima giornata di ritorno, che vedrà la Wideurope NBA-Zena affrontare al PalaDonBosco (sabato 12, ore 20:30, ingresso gratuito) la formazione di Costa Masnaga, che all’esordio fece subito capire alle ragazze di Pansolin che il campionato sarebbe stato pieno di insidie.

La prima di campionato finì infatti con l’NBA-Zena sconfitta 60-53, con le lombarde capaci di piazzare un micidiale 21-4 negli ultimi 5 minuti, vanificando quindi il cospicuo vantaggio (39 – 49) fin lì accumulato dalle genovesi. Le due formazioni, nel prosieguo del campionato, hanno vissuto percorsi diversi; Costa Masnaga, dopo le tre vittorie nelle prime tre giornate, ha vinto una sola partita nelle successive 8, ed ora divide il penultimo posto a quota 8 punti con Astro Cagliari e Polysport Lavagna.

L’NBA-Zena Wideurope invece si presenta alla prima di ritorno con 12 punti all’attivo (6 vittorie nelle ultime 9 giornate) che l’hanno proiettata al quarto posto in classifica. Il calendario propone nelle prime tre giornate di ritorno due impegni in casa per le ragazze di Pansolin (Costa Masnaga e Sassari con in mezzo la proibitiva trasferta in “casa Geas”, a Sesto San Giovanni), che hanno quindi la teorica possibilità di consolidare la posizione raggiunta, ma guai a pensare che tutto sia diventato più facile.

Ne é ben consapevole il coach genovese. “Finalmente si ricomincia con le partite che valgono due punti” -è il commento di Pansolin- “La sosta di 3 settimane ci ha permesso da una parte di tirare un po’ il fiato ma anche di lavorare su alcuni aspetti specifici che talvolta vengono soppiantati durante la stagione agonistica. La prima di ritorno ci presenta un match delicato, non solo perché all’andata abbiamo perso giocando forse i peggiori ultimi 5 minuti di quarto della nostra storia recente ma anche perché Costa Masnaga fa dell’aggressività e dell’intensità smisurata la propria caratteristica principale e guai a noi se non saremo pronte da subito ad adattarci a queste condizioni. Inoltre non avendo lunghe di ruolo tendono a portare Belfiore a giocare in difesa a 7 metri dal canestro per levarci molta della nostra intimidazione in area: dovremo essere bravi ad adattarci e a non snaturare le nostre caratteristiche difensive che ci hanno permesso di stare nella posizione di classifica in cui ci troviamo ora.”

La formazione di Costa Masnaga rappresenta per il presidente dell’NBA-Zena qualcosa di diverso da una semplice avversaria, essendone stato il fondatore una quarantina d’anni fa; nel corso della partita d’andata, proprio in virtù di un rapporto che non si è mai interrotto, a Susanna Giorato (che ha interrotto l’attività agonistica pochi mesi fa) e che militò dall”84 al ’92 proprio nella formazione lombarda, è stata consegnata la maglia n°10 del Basket Costa (quella che fu “la sua maglia”) dalla capitana di allora.

Tutte cose molto toccanti, ma sabato nemmeno il presidente Besana è disposto a fare “sconti”. “Non ho mai vinto contro Costa Masnaga, e pensavo che la partita di andata fosse l’occasione giusta per sfatare questo tabù… così non è stato e spero che la lezione sia servita alle nostre ragazze. Abbiamo l’occasione, quest’anno, di scrivere finalmente una pagina importante nella breve storia della nostra società ma per farlo bisogna assolutamente vincere le partite che sono alla nostra portata. Quella con Costa Masnaga è una di queste e sono certo che, nel caso, gli amici di Costa Masnaga potrebbero comprendere e giustificare la mia soddisfazione…”

Più informazioni