Quantcast
Economia

Acqua pubblica, a Genova convegno, presidio e contro-convegno dei Comitati: “Nuova truffa sul calcolo delle tariffe”

acqua pubblica

Genova. L’Autorità per l’energia ha emanato le nuove disposizioni per il calcolo delle tariffe dell’acqua, in cui ancora una volta viene tradito il risultato referendario, rimettendo dentro il calcolo il profitto sotto altro nome. Il 18 Gennaio, proprio a Genova, presso il centro congressi di Iren si incontreranno personalità di rilevanza nazionali con il presidente di Iren per illustrare il nuovo metodo tariffario.

Il Forum italiano dei Movimenti per l’acqua, a cui aderiscono tutti i Comitati, sarà presente a quell’evento con un presidio di protesta e lo stesso pomeriggio farà un contro-convegno presso il circolo dell’Autorità portuale di Genova.

“A un anno e mezzo dai referendum sull’acqua, con i quali è diventata legge l’eliminazione del profitto dal servizio idrico, le bollette non sono cambiate. Nella sola provincia di Genova, Iren ha sottratto finora agli utenti 56 milioni di euro – spiega il Comitato genovese Acqua Bene Comune – Il 28 dicembre scorso l’Autorità incaricata dal Governo ha emanato il nuovo metodo per calcolare le bollette dell’acqua. Il nuovo metodo, per ora relativo solo al 2012 e 2013, non elimina i profitti dalla gestione del servizio idrico. La voce ‘remunerazione del capitale investito’ è sostituita da ‘costi delle immobilizzazioni’”.

Il 18 gennaio a Genova, al centro congressi di Iren in via Serra, gli autori del nuovo metodo ne parleranno con il presidente di Iren, Roberto Bazzano, e il presidente della Cassa Depositi e Prestiti, Franco Bassanini. Concluderà il Sindaco di Genova, Marco Doria. “Ci auguriamo che il sindaco, in quanto rappresentante della comunità dei cittadini – elettori, rammenti ai presenti la volontà chiaramente espressa dal popolo italiano – prosegue il Comitato – in ogni caso ci sarà anche una rappresentanza del popolo che ha votato i referendum per riaffermare che l’acqua è un diritto umano e non una merce”.
Nel pomeriggio dello stesso giorno, infatti, il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua invita i cittadini, i movimenti, le associazioni, le organizzazioni che hanno sostenuto i referendum a incontrarsi in una assemblea pubblica presso il Circolo Autorità Portuale di Genova in via Albertazzi 3r, a partire dalle 17.30, dove è stato invitato anche il sindaco Doria.

“Chiederemo a tutti un serio impegno per la valorizzazione di un nuovo tipo di servizio pubblico, trasparente, partecipativo, efficiente, senza fini di lucro – conclude il Comitato genovese – chiederemo che le aziende che gestiscono acqua (MdA), trasporto pubblico locale (AMT), rifiuti (AMIU), manutenzione della città (ASTER) siano pubbliche e l’introduzione di strumenti di partecipazione dei cittadini ai processi decisionali delle aziende pubbliche e della città”.