Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Treni: ancora disagi, ancora polemiche. I pendolari: “Un premio quando il 679 e il 652 riusciranno ad arrivare in orario”

Agg. h.12.30 Sono state riattivate alle 11.40 le linee ferroviarie Genova-Torino e Genova-Milano interrotte da questa mattina tra Arquata (Alessandria) e Ronco (Genova) a causa del ghiaccio che nella notte si è formato sulle linee elettriche di alimentazione dei treni. Lo rendono noto le Ferrovie dello Stato, precisando che nel tratto interessato al momento è stato riattivato un solo binario. Numerosi i treni regionali e intercity soppressi a causa dell’interruzione. Per alcuni viaggiatori, Trenitalia ha allestito autobus sostitutivi.Liguria. Ieri l’assessore regionale Vesco non aveva esitato ad attaccare Trenitalia, accusandola, di fronte ai pesantissimi disagi a cui sono stati sottoposti i viaggiatori liguri, di “aver ancora una volta dimostrato disorganizzazione durante la nevicata”. Poco dopo anche l’assessore Briano su facebook – scusandosi se le previsioni Arpal non erano state precise – si era unita al compagno di giunta.

Oggi le polemiche continuano, rinfocolate anche dalla notizia che i pendolari sono bloccati su un convoglio al freddo all’altezza di Mignanego a causa dei binari ancora una volta ghiacciati. Trenitalia ha inoltre comunicato che la linea ferroviaria nei pressi di Arquata, in provincia di Alessandria, è interrotta. Sono quindi ferme le linee Genova-Torino e Genova-Milano. La riattivazione del servizio è prevista per le 10.

E proprio i pendolari di “Genova-Milano Newsletter” lanciano il bonus “in orario”. A metà tra sfida e provocazione, promettono un premio al personale di bordo di Trenitalia quando i convogli 679 da Milano Centrale a Genova Brignole ed il 652 da La Spezia a Milano arriveranno in orario.

“Ritardi continui – spiegano i pendolari – nessuna spiegazione ufficiale e ovviamente nessun rimborso per gli abbonati. E allora istituiamo noi i bonus “in orario”: un premio al personale di bordo di Trenitalia (molto in imbarazzo in questi giorni) quando il 679 riuscirà a partire e arrivare in orario per 2 giorni di seguito e quando il 652 riuscirà ad arrivare entro 4′ per 2 giorni di seguito”.

E la tabella allegata non lascia spazio ad equivoci: il primo treno ha accumulato, in nove giorni, ben 372 minuti di ritardo; il secondo, invece, si è “accontentato” di un ritardo di 92 minuti.