Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, le grandi manovre di mercato: Uvini, Chiriches e Monteiro. Un big per l’attacco

Genova. Catania-Sampdoria, Sampdoria-Lazio. Poi il break, la sosta natalizia e il mercato. Il direttore sportivo blucerchiato Sensibile è atteso da giornate si super lavoro. Giocatori in entrata, altri in uscita. Sono parecchie le cose da sistemare.

Cominciamo dai possibili addii. Sono tanti gli elementi della rosa che Ciro Ferrara non ritiene all’altezza del progetto. A partire da un paio di pedine acquistate in estate. Parliamo di Simon Poulsen e Lorenzo De Silvestri. Hanno giocato poco o nulla, quando lo hanno fatto indubbiamente non hanno lasciato il segno. Sarebbero cessioni indolori, poco remunerative ma indolori. Il primo è arrivato a parametro zero, il terzino destro in prestito dalla Fiorentina. Entrambi sono pronti a fare le valigie. In particolare De Silvestri che sembra essere entrato nel mirino del Bologna.

Tra i papabili partenti anche Juan Antonio. In Italia piace a Torino e Varese. In B, l’argentino ha dimostrato di poter fare la differenza. Da non escludere un ritorno in patria. Aria di divorzio sul fronte Renan Garcia: per il centrocampista pare essersi è fatta viva la Steaua Bucarest.

Più complicata la situazione di Nicola Pozzi. Il Torino è pronto a fare carte false pur di assicurarsi il numero 9 blucerchiato. Viste le poche alternative del reparto offensivo c’è però da valutare la situazione con grande attenzione. I granta possono mettere sul piatto della bilancia Gianluca Sansone, un esterno offensivo. Rimarrebbe dunque un buco là davanti, con Maxi Lopez ancora ben lontano dal recupero e Mauro Icardi in odore di mondiale under 20.

Ecco quindi tornare di moda il nome di Alessandro Matri. Il bomber bianconero alla Juventus ha accumulato in stagione solo pochi minuiti di presenza in campo. Strappare un prestito alla Vecchia Signora non dovrebbe essere un’impresa proibitiva. Anche perché resta da spendersi la carta Pedro Obiang. Il centrocampista piace a mezza Europa. Garantendo alla Juventus una prelazione sul futuro acquisto dello spagnolo – visionato da Fabio Paratici durante Doria-Udinese di lunedì scorso – il gioco dovrebbe essere fatto.

Tra i terzini di spinta che stuzzicano le fantasie di Corte Lambruschini c’è pure Vlad Iulian Chiriches dello Steaua Bucarest. E qui si torna a parlare dell’interesse rumeno per Renan Garcia. Uno scambio di cartellini, con un conguaglio di 2-3 milioni alla Steaua, e l’affare va in porto.

Da puntellare la retroguardia. Bruno Uvini del Napoli e Felipe Augusto Monteiro del Corinthians i più accreditati. Acquistato dal Napoli in estate, Uvini è presenza fissa solo in tribuna e in panchina, alla Samp potrebbe scoprire cosa significa giocare in Serie A. Senza contare che anche gli azzurri, come la Juve e il City, sta cercando in ogni modo di garantirsi le prestazioni di Pedro Obiang per il futuro. Monteiro invece è uno dei punti di forza della formazione brasiliana impegnata in Giappone per la conquista del Mondiale per Club. Ce n’è abbastanza per fidarsi.