Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria-Lazio: le nostre pagelle

Nuova allenatore, solita Samp. Un buon inizio, poi il gol di Hernanes. Per Delio Rossi si preannuncia un Natale di duro lavoro.

Romero 5,5: sempre poco sicuro nelle uscite, cerca di fare quello che può sulla conclusione a botta sicura di Hernanes. Spettatore per lunghi tratti della gara. Bucato.

Berardi 5: comincia da fenomeno, bracca Lulic in ogni angolo del campo. Ma il 19 biancoceleste alla mezz’ora se lo beve e serve a Hernanes il pallone dello 0-1. Surclassato. Dal 12’st De Silvestri 5: più di mezz’ora a disposizione ma nessuno si accorge della sua presenza in campo. Impalpabile.

Gastaldello 6: fa buona guardia su Klose, si concede le solita licenza di salire sui calci d’angolo a favore della Samp. Da terra riesce quasi a “parare” la botta di Hernanes. Magra consolazione l’aver negato il raddoppio a Floccari nel recupero. Baluardo.

Rossini 6,5: insieme a capitan Gastaldello limita le iniziative degli attaccanti capitolini; nel finale nega il raddoppio a Konko. Rispetto alle ultime uscite sembra un altro giocatore. Cerca anche il gol dalla distanza. Ritrovato.

Costa 6: in avanti non lo si vede quasi mai (sale solo per battere qualche angolo), preferisce rimanere nella propria metà campo per arginare Mauri e Gonzalez. Difensore.

Munari 5,5: i piedi sono quelli che sono ma riesce a inventare un assist al bacio per Eder nei primi minuti del match. Corsa, contrasti, palloni recuperati a palloni persi. Abulico.

Obiang 6,5: gestisce ogni pallone con la tranquillità tipica di chi gioca a calcio da una vita, eppure è solo un ragazzino. Anche davanti alla propria area di rigore, braccato dagli avversari, riesce a sempre a dettare il giusto passaggio. Top player.

Krsticic 5: mister Rossi lo piazza sulla sinistra, l’esperimento non regala i frutti sperati. Disastroso nel battere gli angoli alla destra di Marchetti. Spento. Dal 1’st Soriano 5,5: ci mette meno di un minuto per guadagnarsi il giallo. Un bell’uno-due con Pozzi, poco altro. Riserva.

Poli 4,5: sbaglia tanto, troppo. Alle spalle degli attaccanti fa una gran fatica. La difesa biancoceleste riesce sempre ad anticiparlo. Poche idee, poche giocate, conclusioni pessime. Spaesato.

Icardi 5: i difensori blucerchiati lo cercano con lanci lunghi che diventano sistematicamente preda degli avversari. Non riesce a incidere, Rossi lo richiama in panchina. Mal servito. Dal 22’st Pozzi 6: qualche minuto per ingranare, poi cerca la via del gol con un destro che si spegne di poco a lato. Vivo.

Eder 5,5: solo in un’occasione riesce a impensierire Marchetti. Dal punto di vista dell’impegno nulla da dire ma per vincere – quantomeno non perdere – serve di più. Confusionario.