Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Riciclab: restyling per la passeggiata di Vesima, quando gli studenti ricreano il territorio

Più informazioni su

Genova. Dal Porto Antico alla passeggiata a mare di Vesima: è la seconda vita delle tavole di iroko, il materiale di scarto derivante dalla demolizione della pavimentazione del Porto Antico, riutilizzate dagli studenti di Architettura per rifare un tratto della passeggiata a mare di Vesima (località Punta Nave) nell’ambito del laboratorio Riciclab. (L’inaugurazione si terrà domani alle ore 11).

Il laboratorio, a cura del Dipartimento di Scienze per l’Architettura dell’Ateneo genovese, si attiva, tramite convenzioni con enti pubblici e amministrazioni locali, quando dal territorio si manifesta un’esigenza che può essere soddisfatta con l’intervento di un piccolo gruppo di studenti volontari, l’impiego di materiali di recupero e di scarto, la consultazione dei cittadini interessati e sotto la supervisione di alcuni docenti e neolaureati in qualità di senior e con la partecipazione della committenza locale.

Riciclab è coordinato dai docenti Rossana Raiteri, Fausto Novi e Andrea Giachetta. Gli studenti sono selezionati di volta in volta (non più di una decina) per partecipare al singolo intervento. L’attività comprende la progettazione, il reperimento dei materiali e la costruzione.

Il primo intervento ha riguardato la riqualificazione di un punto di ritrovo all’aperto di un gruppo di cittadini di Pegli: qui è stata riprogettata e realizzata una nuova struttura di copertura, un sistema di frangisole, nuove sedute e pavimentazione in legno, ripari
laterali dal vento, parapetti, ecc. Tutto l’intervento è stato costruito dagli studenti a costo zero, utilizzando esclusivamente materiale di recupero, reperito dagli stessi studenti (tavole di cantiere scartate, canne di bambù, tralicci, teli da barca, tapparelle, bancali, ecc.).
E molte sono anche le richieste per interventi successivi, vagliate di volta in volta dal coordinamento di Riciclab e attuate da nuovi gruppi di studenti.