Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Recco, incontro in Regione: tavolo istituzionale per la nuova piscina, va sciolto il nodo demanio foto

Recco. Un tavolo di lavoro tecnico per vedere se e come rifare la piscina di Pta S.Anna a Recco. E’ partita la fase interlocutoria tra i soggetti coinvolti dall’operazione che mira a dotare il Comune rivierasco e i campioni della pallanuoto ligure ad avere un adeguato impianto sportivo. Al tavolo, oltre al Demanio, siederanno Comune, Pro Recco e Regione, uniti dalla volontà di rifare Pta S.Anna, inserendola nell’operazione ex Iml.

Il governatore Claudio Burlando, grande tifoso dei biancocelesti, ha sempre sostenuto la necessità dell’impianto, ma “il nodo da sciogliere è la proprietà del demanio, scomputando la riqualificazione della piscina dall’operazione privata – ha spiegato il sindaco Dario Capurro – il tavolo tecnico servirà per valutare questa opzione oppure vagliarne altre”.

Il tavolo, una volta individuati i soggetti titolati, potrebbe presumibilmente attivarsi già a partire dal prossimo gennaio o febbraio, elezioni politiche permettendo. “E’ coinvolta l’immagine dell’eccellenza sportiva ligure e nazionale – ha ricordato il sindaco – il Golfo Paradiso, nel giro di 10 km, presenta ben 4 squadre nel massimo campionato di pallanuoto, tra queste la Pro Recco, la più forte al mondo. L’attenzione sarà massima”.

“Dotare Recco di una piscina vuol dire potenziare il turismo sportivo anche livello regionale e farla diventare un polo pallanuotistico di attrazione internazionale – ha commentato il vicepresidente della Regione Liguria, Nicolò Scialfa che in mattinata ha ricevuto il sindaco di Recco Dario Capurro e Angiolino Barreca, amministratore delegato della Pro Recco, – garantendo standard d’eccellenza all’attività sportiva giovanile”.

“L’idea – ha aggiunto Scialfa – è quella di dar vita al tavolo istituzionale per analizzare tutte le possibili iniziative e soluzioni che possano consentire alla cittadina del Golfo Paradiso, culla di moltissimi atleti olimpici, di avere un impianto adeguato e funzionale alle esigenze della società e di ospitare, allo stesso tempo, tutte le iniziative sportive agonistiche e di promozione sociale che Recco intenda ospitare”.