Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Neve a Genova, disagi anche in centro: stop ai bus in collina foto

Genova. Questa volta la neve non ha imbiancato solo i monti dell’entroterra, ma anche il cuore di Genova. Proprio per questo motivo, il Centro Operativo Comunale di protezione civile, riunito dalle 3.30 di stamattina al Matitone, comunica che sono attivi da ieri sera nove mezzi Amiu spargisale nelle zone collinari e lungo i fondi valle del Polcevera e del Bisagno.

La Protezione civile comunale, rilevata la percorribilità delle principali direttrici urbane, pur riscontrando difficoltà nelle zone collinari, ha deciso di mantenere aperte le scuole anche per garantire accoglienza ai bambini e agli studenti e non provocare alle famiglie l’ulteriore disagio che si sarebbe determinato con una chiusura comunicata senza possibilità di adeguato anticipo a causa della nevicata precipitata durante la notte.

I Municipi, Amiu e Aster, con l’impiego di circa 350 operatori, sono impegnati a spargere il sale e sgombrare dalla neve gli accessi scolastici. La Polizia municipale è incaricata di assistere gli ingressi alle scuole primarie, con l’ausilio dei volontari. Per gli istituti ubicati all’interno dei parchi é prevista una entrata protetta.

La Polizia municipale è incaricata di assistere gli ingressi alle scuole primarie, con l’ausilio dei volontari. Per gli istituti ubicati all’interno dei parchi é prevista una entrata protetta.

Restano chiusi i parchi cittadini fino a nuovo provvedimento. Chiusi anche i cimiteri pur garantendo i servizi funebri. Attualmente sono in attività 23 mezzi Amiu e 3 mezzi Aster spargisale. Dalle ore 5 di questa mattina gli automezzi dotati di lame stanno percorrendo la viabilità principale: attualmente sono 15.

Amt informa che sono in circolazione 280 bus di cui il 40% lungo le direttrici principali. Al momento non sono in funzione le linee 57, 270, 272, 273, 275, 374, 375, 64 e 481. Sono limitate le linee 85, 86, 87 a Borgoratti e le linee 39 e 40 a Oregina.

La Protezione Civile invita la cittadinanza a limitare l’uso privato e comunque si ricorda che gli automezzi privati possono circolare solo muniti di catene o pneumatici da neve. Si raccomanda prudenza poiché In diversi punti della città si registrano marciapiedi e caduta di rami .