Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Meteo: innalzamento delle temperature, piogge a Natale ma freddo a Capodanno previsioni

Più informazioni su

Come previsto, il freddo darà tregua a Natale, con le temperature in aumento ovunque in Italia a partire da questa notte. Sempre a Natale arriverà la pioggia, con precipitazioni diffuse, anche se deboli e concentrate soprattutto nel Centro-Nord.

A partire dal 27 dicembre, però, le piogge se ne andranno e la temperatura ricomincerà a scendere, in un’altalena che durerà fino a Capodanno. A riscaldare il giorno di Natale e il 26 dicembre “é il ‘respiro’ dell’anticiclone delle Azzorre, che si trova in una nuova fase di espansione verso Nord”, osserva Massimiliano Pasqui, dell’Istituto di Biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Ibimet-Cnr).

La massa di aria calda dell’anticlone delle Azzorre farà sentire il suo effetto soprattutto sulle regioni del versante tirrenico, su quelle centro-meridionali e sulle isole maggiori, con temperature di oltre 15 gradi nel Sud e intorno a 10 gradi sul litorale del Tirreno centrale. A Nord, invece, i benefici saranno minori. Su Pianura Padana e arco alpino prevale l’influenza delle correnti atlantiche, che porta deboli piogge diffuse, nubi e nebbia fitta. Sarà proprio lo scontro fra le correnti atlantiche e l’anticlone delle Azzorre a provocare nei prossimi giorni un’altalena di freddo e temperature più miti, così come di pioggia e sereno.

“E’ iniziata una fase che durerà fino ai primi di gennaio e che sarà caratterizzata da una situazione altalenante”, spiega il meteorologo. Quella di Natale, prosegue Pasqui, sarà perciò una breve tregua, che terrà lontano il freddo il 25 dicembre, quando la temperatura toccherà la punta massima. Sempre nel giorno di Natale sono previste deboli piogge diffuse su tutto il Centro-Nord, a partire da Toscana, alto Lazio, Umbria e Liguria. Il 26 dicembre la perturbazione si sposterà verso Nord-Est e scenderà verso il Centro, anche se la temperatura sarà ancora piuttosto calda. Il 27 le piogge lasceranno il Nord, mentre continuerà a piovere a Sud e la temperatura comincerà a scendere di nuovo. Per il 30 e il 31 dicembre è prevista una nuova piccola perturbazione, ancora sulle regioni settentrionali.

Si alzerà notevolmente, al di sopra dei mille metri, anche la quota delle nevicate, concentrate solo in alcune zone dell’arco alpino