Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lo scatto della Giunta Doria sulle unioni civili: pronto un testo da approvare nel 2013

Genova. La provincia di Genova ha in questo senso una sua avanguardia: il comune di Mele è quello che per primo si mosse verso le unioni civili. Discussa per l’intero anno passato, forse più dagli organi di informazioni, che dalla politica stessa, l’ufficializzazione è arrivata oggi: è pronto il regolamento delle unioni civili voluto dal Comune di Genova per riconoscere le coppie eterosessuali od omosessuali che non vogliono sposarsi.

Lo ha annunciato l’assessore ai Diritti del Comune di Genova Elena Fiorini a Palazzo Tursi durante la conferenza stampa di fine anno. “Siamo giunti all’elaborazione di un testo che sarà discusso in consiglio comunale all’inizio del 2013 e subito dopo entrerà in vigore”, ha spiegato Fiorini. “Un percorso doveroso per sostenere tutte le unioni tra persone, sempre più variegate nella nostra società – l’ha definito Fiorini – viviamo in una città dove abbiamo anziani soli che si sostengono reciprocamente, famiglie monogenitoriali, famiglie ricostituite con persone al di là della prima unione, genitori conviventi, unioni omosessuali e coppie di fatto”.

Durante la campagna per le primarie Nichi Vendola aveva sollecitato Pier Luigi Bersani a far sentire l’odore di sinistra. In giorni in cui si rimprovera all’Agenda Monti – insomma al programma elettorale presentato dall’attuale presidente del Consiglio – di non considerare i diritti civili, ecco che giunge l’ufficializzazione di questa iniziativa del comune di Genova, che va incontro così alle richieste di molte associazioni che negli ultimi anni si sono spese per le unioni civili.