Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, la Metro fino a Brignole. Doria: “Nessuna cerimonia, ma l’inizio di un servizio importante per la città “ foto

Genova. La prima corsa arriverà tra pochi minuti nella stazione di Genova Brignole: da quel momento la metropolitana di Genova si “allungherà” di una nuova importantissima fermata.

metro brignole

Il debutto ufficiale è previsto per le 18.30, ma pochi minuti fa il sindaco di Genova Marco Doria ed il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando hanno clebrato l’evento.

Una inaugurazione sobria, in sintonia con la difficile congiuntura economica vissuta da Genova e dall’Italia intera. Nessun taglio del nastro, nessuna passerella: solo – come ha spiegato il sindaco – “l’inizio di un servizio per i cittadini. Un inizio che era atteso da tempo e che finalmente siamo riusciti a portare a compimento. Otteniamo un risultato importante”.

“Voglio ringraziare – ha detto Doria – tutti quelli che hanno lavorato per questo: Ansaldo, le imprese, il Comune e Amt ed in particolare penso ad alcuni lavoratori che con la fine di questo cantiere rischiano di perdere il posto di lavoro. Ribadisco la volontà di stare loro vicino”.

“Si tratta – ha spiegato il sindaco – di una tratta importante perché collega alla linea esistente anche la stazione Brignole permettendo maggiori economie ed efficienze nella gestione del servizio”.

Ora si pensa alle prossime fasi del trasporto sotterraneo: “La Regione – ha continuato Burlando – ha accompagnato dalpunto di vista finanziario questo intervento così importante. Se il Comune intenderà proseguire verso San Martino o Corvetto e se la situazione finanziaria lo consentirà intendiamo continuare questa collaborazione”.

Un obiettivo condiviso da Doria, che però ha voluto ricordare la difficile situazione della stessa Amt: “Ci rendiamo conto – ha concluso – delle tante difficoltà che abbiamo di fronte: la prima è quella di gestire bene il servizio in una situazione di penuria di risorse. Inoltre bisogna essere realisti e non promettere nulla se non vi è la certezza di poter realizzare i progetti. Il primo obiettivo è quello di avere anche dei treni nuovi che consentano di usufruire in modo migliore di questa linea”.