Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa, rivoluzione a centrocampo: con Matuzalem ecco Almiron. Per Pisano manca solo l’ufficialità

Genova. Ancora una, una soltanto. Poi, dopo l’Inter, Enrico Preziosi potrà regalare a mister Luigi Delneri quei giocatori che pare avergli promesso sin dal giorno della firma sul contratto. Antonio Floro Flores ha sostenuto le nuove visite mediche a tinte rossoblù. È il primo colpo, utile a rimpinguare un reparto offensivo che conta i soli Marco Borriello e Ciro Immobile. L’arrivo dell’ex Udinese (che si becca la metà di Alexander Merkel) non esclude un altro colpo: sempre nel mirino i laziali Mauro Zarate e Sergio Floccari.

Qualora Preziosi riuscisse a convincere Claudio Lotito, potrebbe dare il via libera per la cessione di Immobile al Palermo dell’ex direttore generale Pietro Lo Monaco. Palermo con cui il Grifone ha intanto praticamente chiuso per Eros Pisano: un terzino destro, a Delneri serve come il pane.

Sono comunque tanti i nomi di difensori che compaiono nella lista della spesa genoana. Da Nicolas Burdisso della Roma a Matias Silvestre dell’Inter (entrambi poco considerati dai rispettivi tecnici, il problema sono gli ingaggi percepiti dai due argentini) passando per Cristian Zaccardo del Parma, forse il più difficile da raggiungere. Gira che ti rigira, torna buona l’ipotesi Madibo Diakitè, il francese che a giungo si svincolerà dalla Lazio. Un prestito permetterebbe ai biancocelesti di risparmiare sei mesi di stipendi. Il Genoa d’altro canto, si assicurerebbe un giocatore di buon livello a parametro zero. Si pensa al reparto arretrato perché la Dinamo Kiev non ha alcuna intenzione di mollare la presa su Andreas Granqvist.

Si passa quindi al centrocampo. Matuzalem non sarà l’unico volto nuovo della mediana. I rossoblù puntano forte su Sergio Almiron. Per battere la concorrenza del Torino, il direttore sportivo Rino Foschi è pronto a “sacrificare” (se di sacrificio si può parlare) Anselmo. La trattativa pare ben avviata. L’alternativa veste ancora il rosazzurro, parliamo di quel marco Biaginati da sempre tra i chiodi fissi del patron Preziosi. Sempre battuta la pista che porta a Simone Padoin della Juventus.