Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dal porto di Genova al mercato di Bologna: maxi partita di lingerie rubata venduta a metà prezzo

Più informazioni su

Genova. Mutande, reggiseni, calze e magliette firmate Giorgio Armani in vendita a metà prezzo. Un sogno? No, un semplice furto, del valore complessivo di 200.000 euro.

Un “colpo” che unisce le città di Genova e Bologna. I capi di abbigliamento erano stati trafugati nel luglio scorso presso il porto di Genova. Quattrocento di questi, per un valore di circa 40.000 euro, sono stati sequestrati ieri a Bologna dalla squadra Mobile e della polizia
Municipale, in un blitz al mercato settimanale della “Piazzola”, nella centrale piazza VIII Agosto.

I capi erano sul banchetto di un ambulante bolognese di 40 anni, che ha negato di conoscerne la provenienza. In pochi giorni ne aveva già venduto una parte, andati a ruba.

Il commerciante è stato denunciato per incauto acquisto, visto che era in buona fede e ha anche mostrato le fatture. Ora le indagini puntano a tracciare a ritroso il percorso della merce, per risalire ai ricettatori.

I ladri avevano messo a segno quello che era stato definito “un colpo da film”, grazie a un finto spedizioniere che era riuscito a portare via un intero
container arrivato al porto ligure da Bangkok, con all’interno lingerie da uomo e da donna, con il marchio dell’aquila di Armani, per un valore comlessivo di circa 200.000 euro.