Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio femminile, A2: il Molassana affianca il Real Arenzano, sono terze a 2 punti dalla vetta

Genova. Ad una giornata dal termine del girone di andata, la lotta al vertice del girone A è sempre più appassionante.

Tocca alle due genovesi tenere alto l’onore della Liguria nella seconda categoria del calcio femminile: entrambe sono al terzo posto, a 2 sole lunghezze dalla vetta. La capolista Alessandria ha pareggiato a Cuneo, ma il Real Arenzano non ha saputo approfittarne e non è andato oltre il pareggio interno con il Villacidro. Il Molassana lo ha affiancato imponendosi ad Alba.

Le rossoazzurre hanno centrato la quinta vittoria consecutiva piegando un’ottima formazione messa bene in campo dal mister Ezio Di Lei, con buone individualità ed un valido reparto d’attacco.

“La forza di questo gruppo… è il gruppo, ed ad Alba è stata la vittoria del gruppo – spiega l’allenatrice Mara Morin -. Sapevamo che avremmo affrontato una grande squadra e la risposta di tutta la squadra è stata eccellente. Lo spettacolo offerto dalle due squadre, che si sono affrontate a viso aperto, è stato coronato da un folto pubblico che ha sostenuto le proprie squadre con sportività. Complimenti alla socieà dell’Alba ai suoi tifosi ed alle atlete”.

Le reti del Molassana sono state realizzate da Serena Coppolino e Katia Germani; per l’Alba in gol Luciano. Con questa segnatura Coppolino arriva a quota 13, sempre più capocannoniere del girone.

Il Molassana si è inizialmente schierato con Delfino, Gambarotta, Monti, Malatesta, Belloni, Tortarolo, Sartelli, De Blasio, Cadeddu, Coppolino, Bass; a disposizione Morin, Oliviero, Fiorese, Martini, Parodi, Piola, Germani.

Il Real Arenzano è incappato nella prima prestazione sottotono casalinga. In apertura un’occasione per parte: al 2° Errico apre sulla sinistra per Tonelli che va sul fondo e crossa per l’accorrente Galliano che corregge di testa alla destra di Mulas; al 12° break delle sarde con Cocco che, liberata sulla sinistra, penetra in area ma opta per un improbabile e lento assist sul quale Picasso è attenta. Con il passare dei minuti le locali accentuano il predominio ed al 19° passano al termine di una bella azione corale: Caviglia recupera palla in disimpegno, appoggia a Merler che, dal cerchio del centrocampo, taglia centralmente per Galliano che penetra da destra e non dà scampo a Mulas.

Da qui alla fine della frazione è un monologo biancocrociato ma le ragazze di Errico non riescono, un po’ per precipitazione, un po’ per la bravura dell’estremo ospite, a mettere in ghiaccio il risultato, con le ospiti che provano esclusivamente a limitare i danni. Tante le occasioni: al 21° Mulas dice no a Tonelli; al 27° il portiere sventa l’incornata di Beltrandi; al 31° Tonelli viene contrastata in extremis su cross di Nietante; al 25° Merler calcia debolmente da buona posizione; al 36° Galliano manda a lato una ribattuta; al 37° Tonelli con una girata non trova lo specchio.

La ripresa inizia con una percussione di Nietante che supera il diretto avversario ma calcia debolmente. Al 12° il Villacidro perviene al pari: pasticcio difensivo con Beltrandi e Bonissone che si ostacolano, il pallone schizza a sinistra dove un tiro cross delle ospiti colpisce la traversa e sulla ribattuta Angius anticipa tutte. Il Real subisce il colpo e per alcuni minuti lascia il comando alle sarde ma ha la fortuna di ritornare in vantaggio alla prima occasione. Al 23° contropiede micidiale di Palombini e cross: sulla ribattuta Galliano, da posizione molto angolata sulla fascia destra d’attacco, disegna un tiro che termina la corsa all’incrocio di pali opposto.

Per la seconda volta, le ragazze di mister Errico non riescono a chiudere il match. Le sarde fissano il 2 a 2 al 37° con Cocco che anticipa tutte sugli sviluppi di una punizione per un fallo ingenuo ai trenta metri. Il Real prova a reagire più con i nervi che con il raziocinio, ma l’assalto finale non dà frutti.

Il Real Arenzano ha giocato con Picasso, Mele, Caviglia (s.t. 39° Bargi), Bonissone, Beltrandi (s.t. 26° Ghirardini), Nietante (s.t. 33° Dicu), Palombini, Merler, Galliano, E. Errico, Tonelli; in panchina Ferrini, Pugnaghi, Baghino, Rapetti.

Ecco quanto è accaduto nella della 10ª giornata:
Scalese – Spezia 4 – 1
Atletico Oristano – Matuziana Sanremo 2 – 1
Alba – Molassana Boero 1 – 2
Real Arenzano – Villacidro Vilgomme 2 – 2
Castelfranco – Sarzanese 0 – 1
Cuneo San Rocco – Alessandria 1 – 1

La classifica del girone A dopo 10 turni:
1° Alessandria 24
2° Scalese 23
3° Real Arenzano 22
3° Molassana Boero 22
5° Alba 16
6° Cuneo San Rocco 14
7° Villacidro Vilgomme 12
8° Castelfranco 11
9° Sarzanese 9
10° Atletico Oristano 7
11° Matuziana Sanremo 5
12° Spezia 1

L’11° turno si giocherà domenica 16 dicembre. Le partite in calendario:
Villacidro Vilgomme – Castelfranco
Alessandria – Alba
Sarzanese – Cuneo San Rocco
Spezia – Atletico Oristano
Molassana Boero – Scalese
Matuziana Sanremo – Real Arenzano