Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Al Carlo Felice ritorna Turandot, capolavoro di Puccini

Più informazioni su

Genova. Domenica 23 dicembre 2012 alle ore 18, con replica giovedì 27 alle ore 20.30 e domenica 30 alle ore 15.30, al Teatro Carlo Felice ritorna “Turandot”, l’estremo capolavoro pucciniano.

L’allestimento è quello classico, applauditissimo, del Teatro Carlo Felice, con la regia di Giuliano Montaldo, ripresa da Fausto Cosentino, e le scene di Luciano Ricceri, i costumi di Elisabetta Montaldo Bocciardo, le luci di Luciano Novelli, le coreografie di Giovanni Di Cicco. Sul podio, Donato Renzetti, direttore di fama internazionale, che dirigerà l’opera, lasciata incompiuta da Puccini, con il tradizionale completamento di Franco Alfano.

Il libretto racconta una fiaba “cinese”, ambientata a Pechino, che i librettisti Giuseppe Adami e Renato Simoni trassero dall’omonima fiaba teatrale di Carlo Gozzi (1762). La protagonista, Turandot, è un’algida principessa che dispensa morte per due terzi dell’opera. Sciolta solo, nel suo gelo sentimentale, dal Principe Ignoto Calaf, l’unico che, novello Edipo, è in grado di risolvere gli enigmi da lei proposti.

Tra personaggi di grande rilievo drammaturgico, come quelli dei due protagonisti, e altri più leggeri, come le macchiette quasi fumettistiche dei tre ministri dell’imperatore, Ping, Pang e Pong, uno spazio a sé si conquista la figura di Liù, la dolce schiava che sacrifica la vita per il bene dell’amato principe Calaf.

L’opera, che ha sempre esercitato su tutti, amanti e non di Puccini, un fascino quasi stregonesco, per via delle sue inesauribili invenzioni musicali e orchestrali, andò in scena per la prima volta alla Scala il 25 aprile 1926. Sul podio, Toscanini, che fermò l’esecuzione dopo la scena del sacrificio di Liù; laddove Puccini, cioè, aveva interrotto la composizione per l’aggravarsi della malattia che lo avrebbe portato alla morte di lì a poco.

Questa produzione vedrà il debutto di Daniela Dessì nel ruolo della “Principessa di ghiaccio”, affiancata dal marito, Fabio Armiliato, nel ruolo del Principe Calaf. Roberta Canzian sarà Liù. Completano il cast Ramaz Chikviladze (Timur), Francesco Verna (Ping), Enrico Salsi (Pang), Manuel Pierattelli (Pong), Massimo La Guardia (L’Imperatore Altoum), Fabrizio Beggi (Un Mandarino).

Al termine della prima recita, in scena per l’occasione alle ore 18.00, gli abbonati del turno A e tutti coloro che hanno acquistato il biglietto per assistere allo spettacolo potranno partecipare all’esclusiva Cena di Gala organizzata nella Sala Paganini, vestita a festa per l’occasione, dove gli ospiti saranno accolti in un ambiente raffinato e professionale per festeggiare insieme agli artisti e scambiarsi gli Auguri di Natale nell’atmosfera magica del Teatro, degustando i piatti tipici della cucina ligure e i pregiati vini della nostra regione.

Gli spettatori interessati a partecipare alla Cena di Gala, al costo di euro 65,00, potranno rivolgersi alla biglietteria del Teatro Carlo Felice dal martedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 18 e il sabato dalle ore 11 (per informazioni telefonare al numero 010.53.81.334).