Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Natale vince la tradizione, sulle tavole degli italiani solo prodotti tipici: ecco i piatti in Liguria

Liguria. Sulle tavole di Natale vince la tradizione e ogni Regione ha la sua. In Liguria, secondo quanto spiega Coldiretti, spadroneggeranno maccheroni in brodo, ravioli alla genovese (ripieno di vitello, animelle, uova, erbe, pangrattato e parmigiano), stecchi fritti (spiedini di rigaglie di pollo con funghi, besciamella e parmigiano), cappone lesso e cappon magro (piatto fatto di verdure o di pesce).

Ma non mancheranno neppure salcicce e spinaci, faraona al forno con carciofi e come dolce il pandolce (impasto di farina, uvetta, zucca candita a pezzetti, essenza di fiori d’arancio, pinoli, pistacchi, semi di finocchio, latte, marsala), canditi, torrone, uva, fichi secchi e noci.

Due miliardi e mezzo è la spesa per cibi e bevande consumati a tavola tra il cenone della vigilia e il pranzo di Natale che 9 italiani su 10 (92%) trascorreranno a casa con parenti o amici sborsando un 10% più dello scorso anno.

E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti/Swg dalla quale si evidenza che appena il 3% degli italiani andrà al ristorante o in trattoria mentre l’1% si recherà in uno dei 26.000 agriturismi dove più facilmente è possibile riscoprire i piatti della tradizione natalizia.

Secondo l’indagine il 59% degli italiani responsabili della preparazione dei pasti porterà in tavola prodotti Made in Italy, il 23% addirittura locali o a chilometri zero e l’11% prodotti biologici mentre un 18% guarderà alle offerte e al basso prezzo.