Politica

Spending review, in Liguria rischia l’ufficio scolastico regionale. Rossetti: “Scelta inaccettabile”

Pippo Rossetti

Liguria. L’ufficio scolastico della Liguria rischia di sparire per sempre, almeno secondo le intenzioni del Governo. Un decreto ministeriale emanato a seguito della spending review prevede infatti che sia accorpato a quello del Piemonte come ufficio scolastico interregionale.

Decisione sbagliata, secondo l’assessore all’Istruzione e Università della Liguria Pippo Rossett: “E’ sbagliato – ha detto – non riconoscere anche attraverso strutture amministrative regionali le specificità delle Regioni, perchè la scuola è sempre di più inserita nel sistema economico e culturale del territorio e queste fusioni mettono a rischio le possibilità dei ragazzi e delle famiglie di far parte di un sistema di formazione di tipo locale”.

“E’ inaccettabile – continua – che il Governo riduca le spese pubbliche amministrative garantendo l’assetto  amministrativo e relativo a posizioni di direttore generale a Roma, a scapito del processo di decentramento e del lavoro sul territorio che valorizza l’autonomia delle scuole e il loro efficace radicamento”.

In vista, allora, una possibile impugnazione del provvedimento, ritenuto in contrasto con il Titolo v della Costituzione che attribuisce alle Regioni specifiche competenze sulla formazione e sull’istruzione.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.