Quantcast
Sport

Rugby, serie A1: Pro Recco batte Lyons Piacenza, la classifica è da vertigini

Recco. Al termine di una partita dura, equilibrata, non bella ma intensissima dal primo all’ultimo minuto di gioco, la Pro Recco Rugby batte i Lyons Piacenza 16-9 e li incalza in una classifica che ora, ai piani più alti, recita: Capitolina 23, Lyons 19, Recco 18. Grazie al bonus per lo scarto minimo meritatamente conquistato oggi i piacentini restano sopra agli Squali ma di un solo punto.

Grande gioco difensivo da parte di entrambe le squadre, partita chiusa, fisica e tostissima che, per lunghi tratti, sembrava destinata a concludersi in pareggio. Ecco la cronaca dal sito www.proreccorugby.it. La partita inizia subito secondo i binari che la caratterizzeranno fino alla fine: grandi difese, molta concretezza, grande intensità seppur con poco spettacolo. All’11’ è il Piacenza a marcare i primi punti dell’incontro: Mortali (per lui oggi 2/5 e 6 punti) dalla piazzola non sbaglia e quindi 0-3. Ma la risposta degli Squali è quasi immediata: al 14’ tocca ad Agniel (oggi per lui 4/5, con tre calci e una trasformazione, per un totale di 11 punti) pareggiare dalla piazzola e fare 3-3. Subito dopo, al 16’, Mortali sbaglia un calcio di punizione e il risultato resta fissato sul 3-3 fino quasi alla fine del parziale: i Lyons tengono bene in mischia, ma le velocissime folate dei loro trequarti vengono efficacemente arrestate dai padroni di casa, a loro volta imbrigliati dalla precisa difesa piacentina. Al 31’ tocca ad Agniel sbagliare dalla piazzola e al 36’ un bel drop di Rossi punisce i biancocelesti e fa 3-6, punteggio che chiuderà il primo tempo.

Un brevissimo intervallo e si riparte, ma qualcosa in campo è cambiato: la mischia del Recco ritrova tutta la sua forza e sovrasta il pack avversario, tagliando quasi tutte le fonti di gioco ai bianconeri. Al 5’ Agniel pareggia e l’equilibrio torna assoluto. Al 10’ Mortali sbaglia il calcio del nuovo vantaggio piacentino, che però è solo rinviato: sempre il numero 13 dalla piazzola al 23’ mette a segno il 6-9. A questo punto, con meno di un quarto di partita da giocare ed in svantaggio, gli Squali dimostrano quanto questa squadra quest’anno sappia essere matura e confidente nei propri mezzi: nessun calo di concentrazione, mischia sugli scudi, difesa sempre impenetrabile, trequarti determinati nel gioco alla mano e, nel giro di tre minuti, arrivano il pareggio (Agniel al 25’ su calcio di punizione) e la prima (ed unica) meta della partita, con Salsi che si stacca dalla mischia avanzante e marca la segnatura che Agniel poi trasforma per il 16-9. Al 33’ Mortali sbaglia dalla piazzola e il risultato, tra capovolgimenti di fronte, placcaggi, mischie, qualche errore alla mano dovuto alla palla un po’ scivolosa, il tutto con un’intensità sempre altissima, resterà invariato fino al fischio finale del direttore di gara. A questo punto esplode la gioia di tutto il Carlo Androne, che ha vissuto quasi in apnea una gara tanto equilibrata, concreta ed intensa.
Ad aggiungere ulteriore “thrilling” all’incontro, anche diversi “legni”: due “traverse” colpite da Mortali (una con rimbalzo fortunato ed una no) ed un palo pienissimo colpito da Agniel su un drop.

Impossibile non sottolineare anche lo scontro in prima linea tra il biancoceleste Casareto e il bianconero Paoletti: classe 1976 e 1977, un numero 1 e un numero 3 di immensa esperienza che oggi si sono affrontati per l’ennesima volta, dando vita ad una “partita nella partita” di grandissima qualità e forza.
“La partita è stata esattamente come ce l’aspettavamo e come l’avevamo preparata – dice coach Ceppolino – e io non posso che essere contento della prova dei miei ragazzi: lo sarei stato indipendentemente dal risultato, per come l’hanno giocata, dando il 110% e mantenendo sempre altissima la concentrazione. Diversi giocatori hanno giocato o continuato a giocare nonostante acciacchi ed infortuni, perché nessuno voleva uscire e lasciare i compagni durante una battaglia tanto dura ed incerta”.

Per gli Squali questa è stata la quarta vittoria consecutiva, su cinque partite finora disputate: un ruolino di marcia davvero di tutto rispetto, che si traduce in una posizione di classifica importante.
Tra una settimana la Pro Recco Rugby sarebbe attesa dalla trasferta siciliana in casa del San Gregorio ma, a causa dei grossi problemi organizzativi legati alla chiusura per lavori dell’aeroporto di Catania, la partita è in forse e passibile di rinvio: si avrà comunicazione ufficiale durante la settimana.
Indipendentemente dall’eventuale rinvio di questo incontro, gli Squali torneranno in campo all’Androne il 2 dicembre, dopo la sosta che il campionato osserverà in concomitanza con due dei tre test match della Nazionale italiana.

Tabellino:
PRO RECCO RUGBY –ASD RUGBY LYONS PIACENZA 16-09 (03-06)
Pro Recco Rugby: Agniel, Bisso (nelle foto), Becerra, Breda (6′ st Torchia), Canoppia, Zanzotto, Villagra, Salsi, Giorgi, Orlandi, Lopez, Vallarino (39′ st Metaliaj), Galli, Noto, Casareto (39′ st Sciacchitano). Allenatore: Villagra
Lyons Piacenza: Rossi M., Alfonsi, Mortali Mi., Montanari E., Rossi E., Cammi (17′ st Chiozza), Gaudenzi (31′ st Montanari S.), Benelli (26′ st Petrusic), Barroni, Bance, Baracchi, Fornari, Paoletti (17′ st Mortali Ma.), Parmigiani, Camero (25′ pt Ferri). Allenatore: Mozzani
Marcatori: p.t.: 11′ cp Mortali Mi. (0-3), 14′ cp Agniel (3-3), 36′ drop Rossi M. (3-6).
S.t.: 5′ cp Agniel (6-6), 23′ cp Mortali Mi. (6-9), 25′ cp Agniel (9-9), 28′ meta Salsi, tr Agniel (16-9).
Arbitro: Marrama di Padova
Note: spettatori 150 ca, nuvoloso, pioggia leggera a tratti, terreno in perfette condizioni

SERIE A – GIRONE 1 – V TURNO
ACCADEMIA NAZIONALE TIRRENIA – AEROPORTO DI FIRENZE RUGBY 29 – 00 (5-0)
UNIONE RUGBY CAPITOLINA –C.U.S. VERONA RUGBY ASD 26 – 24 (4-1)
ASD RUGBY UDINE 1928 – BANCO RUGBY BRESCIA 12 – 05 (4-1)
MODENA RUGBY CLUB ASD – ROMAGNA R.F.C. 17 – 42 (0-5)
PRO RECCO RUGBY –ASD RUGBY LYONS PIACENZA 16 – 09 (4-1)
RUBANO RUGBY – SAN GREGORIO CATANIA NON DISPUTATA

Classifica:
Unione Capitolina punti 23; Lyons Piacenza punti 19; Pro recco punti 18; Accademia Nazionale Tirrenia punti 17; Rugby Udine punti 14; Romagna Rfc punti 12; Banco di Brescia e Cus Verona punti 11; Rubano punti 7; Firenze Rugby e Modena 5; San Gregorio Catania 0.

Prossimo Turno Domenica 11 Novembre 2012
Cus Verona – Accademia Nazionale Tirrenia; Rugby Brescia – Unione Capitolina; Lyons Piacenza – Modena; San Gregorio Catania – Recco; Firenze – Rubano; Romagna – Udine.