Quantcast
Politica

Primarie centrosinistra, Vendola in Liguria: “Grazie a Dio c’è Marco Doria”

Genova. “La Liguria e la sua bellezza, ma anche la Liguria e le sue ferite aperte”. Ritratto in sintesi del territorio ligure firmato Nichi Vendola, il leader di Sel in corsa per le prossime primarie del centrosinistra e oggi in tour per tutta la regione.

Prima Sanremo, poi Savona e in serata l’arrivo a Genova, al Teatro Modena dove riceverà l’abbraccio di Don Gallo e del sindaco Marco Doria, a cui il Governatore ha sempre dato appoggio fin dalle primarie che lo hanno incoronato.

“Non potevo mancare in una regione chiave come questa, emblematica dello stato del paese – ha detto oggi nella sua prima tappa a ponente – Un territorio in cui il tema del dissesto idrogeologico ha un valore paradigmatico di quali debbano essere le politiche necessarie e la cura di cui ha bisogno l’Italia”. Secondo il presidente della Puglia serve cioè un programma di salvaguardia del territorio ma non solo: “Se a questo programma non si lega poi la sorte di una nuova opportunità di lavoro per molti giovani, vuol dire che non siamo adeguati al passaggio d’epoca che stiamo vivendo”.

Liguria laboratorio politico, ma anche Marco Doria sindaco di Genova. “Doria è una speranza e un punto di riferimento della buona politica e della moralità in una regione che conosce tanta cattiva politica e danze macabre dei clan ‘ndranghetisti intorno agli appalti, al territorio e ai centri di potere. Grazie a Dio c’è Marco Doria”.

Senza dimenticare le larghe intese della maggioranza Burlando, che abbraccia l’Udc, Sel, l’Idv e il Pd. “E’ un’esperienza particolare – ha detto diplomaticamente Vendola – speriamo di buon governo. Il capoluogo di regione – ha chiosato – è sicuramente la trincea più avanzata, il laboratorio piu evoluto di buona politica”.